• 22 Maggio 2024

Come analizzare il valore SEO di un contenuto: Guida completa

valore SEO di un contenuto
Condividi su:

Il tuo contenuto è abbastanza buono per essere classificato nelle SERP? Ecco come analizzare il valore SEO di un contenuto e la sua qualità in ambito “motori di ricerca”.

Recentemente abbiamo assistito a una continua e rapida accelerazione del rapporto tra contenuto e SEO.

Mentre i consumatori cercavano di trovare informazioni più pertinenti alle loro domande online, gli esperti di marketing si sono adoperati per garantire che le risposte e il contenuto fossero pertinenti e visibili.

Eventi come il coronavirus hanno influenzato la domanda di SEO e la necessità di contenuti di alta qualità, informativi e aggiornati.

Il modo in cui i motori di ricerca sono maturati ha significato che i professionisti del marketing ora devono mettere la creazione di contenuti dinamici in cima alle loro agende SEO aziendali.

La creazione di contenuti di valore è un processo e il suo impatto sulla SEO a volte è travisato.

Una cosa è mettere insieme a caso alcune parole su un post o un articolo.

Un altro è creare contenuti che abbiano un reale valore SEO per la tua azienda e che siano anche ben accolti dal tuo pubblico di destinazione.

Più quantità non significa necessariamente maggiore successo.

Con ogni livello aggiuntivo di contenuti approfonditi che aggiungi, una maggiore qualità può aiutare ad aumentare il successo tramite il valore SEO.

Google e contenuti di alta qualità

La qualità dei contenuti può essere un argomento soggettivo per molti ma non il valore SEO di un contenuto.

Mentre alcuni potrebbero considerare un posizionamento elevato e una grande quantità di traffico come un segno di qualità, altri potrebbero considerare un tipo specifico di coinvolgimento o un’azione particolare intrapresa come un segno di successo.

L’obiettivo finale di qualsiasi contenuto che produci per la SEO dovrebbe essere sempre fornire una risposta alla domanda di un utente.

Contenuti pertinenti, utili e autorevoli.

Aderire alle linee guida di Google e alle best practice SEO è un must.

Tuttavia, ciò non dovrebbe essere fatto a costo dell’ottimizzazione per l’utente: ciò che vogliono, le loro necessità e le loro intenzioni.

In definitiva, è la loro esperienza a dettare il valore SEO di un contenuto!

L’utente è al primo posto!

Trovare l’equilibrio tra l’ottimizzazione dei risultati dei motori di ricerca ( SEO tecnico e fondamentale ) e l’ottimizzazione per l’utente è il modo in cui operano i migliori marketer.

In un Hangout per webmaster di Google, a John Mueller è stato recentemente chiesto cosa significasse per Google contenuti di qualità.

La sua risposta punta a non concentrarsi su ciò che Google potrebbe pensare algoritmicamente sia alta qualità e concentrarsi su ciò a cui gli utenti identificheranno come alta qualità.

Non mi preoccuperei troppo di ciò che Google pensa dei contenuti di qualità. Ma piuttosto devi dimostrare di avere davvero qualcosa di unico, avvincente e di alta qualità per l’utente.

Dopotutto, questo è il motivo per cui sono stati introdotti sul mercato i principali aggiornamenti degli algoritmi di ricerca, come Panda e Penguin di Google e le innovazioni su RankBrain e BERT .

Per cercare di garantire che i risultati della ricerca corrispondano alle intenzioni dell’utente.

Gli ultimi due esaminano come l‘apprendimento automatico dell’IA può aiutare a interpretare e fornire risultati migliori attraverso la comprensione del linguaggio umano.

Metriche SEO tecniche fondamentali

Le metriche SEO spesso considerate “tecniche” e fondamentali , il ranking organico e la visibilità forniscono una straordinaria visione iniziale del rvalore SEO di un contenuto.

valore SEO di un contenuto: Metriche SEO tecniche fondamentali
valore SEO di un contenuto: Metriche SEO tecniche fondamentali

Questo può essere fatto esaminando una combinazione di metriche all’interno o all’esterno della pagina.

  • Posizionamento delle parole chiave : come e dove vengono visualizzati i tuoi contenuti nelle SERP.
  • Traffico : quanto traffico viene portato alla pagina in cui sono ospitati i tuoi contenuti.
  • Percentuale di clic (CTR) : la percentuale di persone che hanno fatto clic su una pagina di contenuti da un risultato di ricerca.
  • Backlink : il numero di link in entrata che puntano alle tue pagine web.

Metriche di coinvolgimento del sito web

Questa è un’area di misurazione cruciale che mostra dove e come si combinano SEO e contenuto.

Non importa quanto pensi sia buono il tuo sito web o il tuo contenuto, se le persone non lo leggono e non lo digeriscono, non hai modo di misurare o migliorare l’esperienza, l’autorità e l’affidabilità.

Google si riferisce a questo come EAT.

Tassi di conversione per misurare il valore SEO di un contenuto

Questo potrebbe provenire da diverse fonti, a seconda di dove hai inserito i tuoi contenuti.

  • Diretto: dalle persone che accedono direttamente sul tuo sito web / pagina.
  • Ricerca: persone che hanno trovato i tuoi contenuti su un motore di ricerca.
  • Referral : persone che hanno visto i tuoi contenuti tramite un link da un’altra fonte, ad esempio un altro sito web o social.

Quando si osserva come si comporta un contenuto specifico, è essenziale osservare le metriche a livello di pagina.

  • Nuovi visitatori in una pagina di contenuto : quante nuove persone stanno leggendo i tuoi contenuti.
  • Interazioni su una pagina di contenuto : in che modo le persone interagiscono con i tuoi contenuti.
  • Frequenza di rimbalzo : le persone si prendono effettivamente il tempo per leggere i tuoi contenuti o per “rimbalzare”.
  • Valore e conversioni : quante persone agiscono in base ai tuoi contenuti.

Metriche dei social media

Guardando oltre il modo in cui le persone interagiscono con i contenuti su un sito Web o una pagina, le metriche dei social media, e in particolare i segnali, possono darti una buona idea di come le persone reagiscono al tuo contenuto .

  • Copertura : qual è il potenziale pubblico per leggere i tuoi contenuti?
  • Coinvolgimento : condividono Mi piace, Tweet, post, condivisioni e tasso di crescita del pubblico?
  • Acquisizione : percentuali di clic su pagine, traffico di referral, conversioni social e assistenza.
valore SEO di un contenuto: Metriche dei social media
valore SEO di un contenuto: Metriche dei social media

Metriche di branding e consapevolezza

Spesso trascurato a causa della sua difficoltà nel tracciare e posizionare una misurazione diretta, l’importanza dell’impatto che il contenuto ha sul marchio non dovrebbe mai essere ignorata.

Le metriche tradizionali del marchio e i nuovi modi di guardare al marchio online, forniscono una buona indicazione delle prestazioni dei contenuti utilizzati per scopi aziendali, pubbliche relazioni o marketing interno.

  • Impression : quante volte viene visualizzato il tuo contenuto – cliccato o meno.
  • Share of Voice : il rendimento dei contenuti rispetto alla concorrenza (a livello di sito o di pagina).
  • Traffico di ricerca con brand e senza brand: persone che cercano brand e contenuti senza brand.

Metriche delle entrate per il valore SEO di un contenuto

Tutte le misurazioni dovrebbero portare a una metrica finale / più cruciale: le entrate .

Il modo migliore per ottenere questo risultato potrebbe derivare dall’utilizzo di una combinazione delle metriche di cui sopra (metriche dei media convergenti) e dall’applicazione di una qualche forma di modellazione dell’attribuzione in aree in cui è difficile vedere un ritorno diretto collegato al contenuto.

  • Metriche SEO : ranking rispetto a parole chiave mirate, risultati di risposta rapida, link in entrata.
  • Qualità del lead : nuovi abbonati, conversione e valore dei contenuti e della pagina di destinazione.
  • Vendite: valore della pagina, conversioni indirette, punteggio attribuito (tramite modelli di attribuzione).

Garantire che i tuoi contenuti siano realizzati su misura

Le parole chiave e la scelta delle parole chiave sono elementi vitali essenziali quando si scrive per la SEO.

Più sei bravo, più puoi misurare, entro limiti ragionevoli.

Dovresti sapere per quali parole chiave stai ottimizzando prima di iniziare a scrivere.

Tieni sempre a mente queste parole chiave perché troverai opportunità naturali per includerle nei tuoi contenuti.

Le parole chiave che hai scelto dovrebbero essere un riflesso realistico della tua capacità di classificarti, ecco il vero valore SEO di un contenuto.

Allo stesso modo, dovresti cercare parole chiave con un volume di ricerca ragionevolmente alto.

A meno che tu non abbia un’attività di nicchia, un volume di ricerca mensile inferiore a 100 non ti farà molto bene.

Parole chiave e intenti

Quando utilizzi la SEO per indirizzare traffico organico al tuo sito web aziendale, devi assicurarti di indirizzare il giusto tipo di traffico.

Il volume per amore del volume non aiuta a raggiungere obiettivi aziendali critici.

Ciò significa che avrai una scala ma la stai usando per superare il muro sbagliato.

Una semplice tattica per essere propositivi con la scelta delle parole chiave è considerare l’intento dietro il termine.

L’intento della parola chiave può rivelare dove si trova qualcuno nel funnel, nel percorso dell’acquirente e il tuo calendario editoriale dovrebbe essere pieno di elementi che aiutano i clienti in ogni fase.

Il fulcro dell’articolo

Sebbene includere parole chiave nel tuo articolo sia essenziale, non dovrebbe essere il fulcro dell’articolo.

Concentrati sulla scrittura dell’articolo in modo naturale.

Quando crei contenuti, pensa a cosa piacerà al tuo pubblico e non solo a come incorporare una parola chiave specifica.

Esagerare potrebbe comportare una penalità per l’eccesso di parole chiave, quindi è essenziale tenere d’occhio la densità delle parole chiave.

URL (o “Slug”)

I motori di ricerca esaminano l’URL dei tuoi contenuti per capire di cosa tratta il post.

Assicurati di includere una o due parole chiave nell’URL.

Rimuovi qualsiasi confusione non necessaria (date, categorie, ecc.) Nell’URL in modo che Google possa determinare più rapidamente di cosa tratta il tuo contenuto e se corrisponde alla query del ricercatore.

Meta dati

Anche se Google afferma che la tua meta descrizione non ti aiuterà a classificarti meglio, il tuo frammento SERP può agire come uno stimolo per convincere gli utenti a fare clic e leggere i tuoi contenuti.

Quindi assicurati che la tua parola chiave di destinazione appaia qui (naturalmente).

Inoltre, già che ci sei, assicurati che la tua parola chiave sia inclusa nel tag del titolo (se, per qualche motivo, il titolo e il tag del titolo non corrispondono).

Leggibilità

Diversi fattori possono influenzare il posizionamento di una pagina e il valore SEO di un contenuto

Un fattore cruciale è la leggibilità .

Oltre a influenzare le tue classifiche, gli errori di ortografia e grammatica possono anche danneggiare la tua credibilità.

Il che può senza dubbio avere implicazioni per i profitti della tua azienda.

Appeal visivo e ottimizzazione

I contenuti costituiti solo da testo non sono mai stati il ​​gold standard.

Le immagini aiutano a rompere concetti complicati e rendere i contenuti più coinvolgenti.

valore SEO di un contenuto: Appeal visivo e ottimizzazione
valore SEO di un contenuto: Appeal visivo e ottimizzazione

Anche se dovresti usare almeno un’immagine, un ottimo contenuto fa uso di più immagini, screenshot ed esempi all’interno del corpo del contenuto.

Le immagini possono essere ottimizzate utilizzando parole chiave nel nome del file, testo alternativo, titolo e, se appropriato, didascalie.

Parte dell’ottimizzazione dell’immagine deve puntare a ridurre le dimensioni del file.

Questo ha molto a che fare con il tempo di caricamento della pagina, un fattore importante della SEO tecnica.

I contenuti video possono anche aiutarti a ottenere uno snippet in primo piano molto ambito per la visibilità dell’articolo.

Un modo semplice per aumentare il valore SEO di un contenuto è condividere strategicamente un video che integri l’argomento in questione.

Condivisibilità

Sebbene non esista un collegamento comprovato supportato da Google della connessione dei social media alla SEO, raggiungere un certo livello di viralità con il tuo pubblico di destinazione può aiutare indirettamente la SEO attraverso:

  • Creazione di collegamenti: quando le persone condividono o scoprono i tuoi contenuti su questi mezzi.
  • Visibilità nella ricerca: alcuni post dei siti di social media compaiono anche nei risultati dei motori di ricerca.
  • Aumento del traffico o delle conversioni: perché più persone condividono contenuti.

Conclusioni

Un grande contenuto richiede tempo per essere creato, tempo per classificarsi e tempo per raggiungere obiettivi aziendali specifici.

In quanto tale, non è saggio provare a pompare contenuti ad alta frequenza senza uno scopo e una strategia di marketing.

Il valore SEO di un contenuto non corrisponde necessariamente agli sforzi fatti per ottenerlo.

La SEO è un ottimo modo per misurare le prestazioni dei contenuti ma concentrarsi troppo sulle classifiche può significare perdere il valore aggiuntivo del content marketing: L’Interesse dell’utente.

Le classifiche sono solo l’inizio del tuo percorso di misurazione dei contenuti verso il riconoscimento e l’attribuzione del loro valore, ricordalo!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Canticchia o fischia e Google indovina la canzone

Leggi Prossimo

Estremismo sui social media? Come lo evitiamo?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial