• 31 Gennaio 2023

3 cose che devi sapere sulla SEO [nel 2021]

cose che devi sapere sulla SEO
Condividi su:

Il 2020 è stato pieno di eventi inaspettati che hanno influenzato la SEO. Sei pronto per il 2021? Ecco 3 cose che devi sapere sulla SEO per affrontare il futuro.

Il 2020 è stato … un anno.

Ma nonostante tutte le sfide che abbiamo affrontato come esseri umani l’anno passato, non è stato poi così male.

Dopotutto, il mio blog ha raddoppiato i lettori medi mensili e questo è fantastico!

Ho anche imparato molto sul nostro settore, la SEO, e credo che dovremmo tutti prestare molta attenzione a ciò che è emerso nel 2020 e sfruttare tali informazioni per diventare professionisti del marketing migliori e più preparati in futuro.

Quindi, senza ulteriori introspezioni, ecco tre cose che devi sapere sulla SEO nel 2021!

1. L’intento di ricerca e la domanda sono fluidi

È importante sapere che l’intento di ricerca e la domanda sono fluidi, e molto più di quanto pensassi in precedenza.

Comprendere l’intento del ricercatore è una parte fondamentale di una strategia SEO di successo in quanto è necessario avere una comprensione fondamentale dell’intento dietro una query di ricerca per creare una pagina che soddisfi tale intento.

Se la tua pagina è la migliore corrispondenza per l’intento, Google classificherà la tua pagina nei risultati, in modo semplice (anche se rendere la tua pagina la migliore corrispondenza è un p ‘più complicato).

Ma cosa succede quando una pandemia globale cambia l’intento di ricerca di una query?

Bene, o ti adatti o perdi posizioni in classifica.

E i cambiamenti nell’intento del ricercatore non sono gli unici modi in cui il comportamento del ricercatore può cambiare.

C’è anche la possibilità che il volume di ricerca e l’interesse per una determinata query possano esplodere o scomparire quasi dall’oggi al domani.

Ancora una volta, abbiamo visto ciò accadere in più casi durante le prime fasi della pandemia.

Segui i trend di ricerca

Dai un’occhiata a questo grafico di Google Trends per la carta igienica:

Grafico di Google Trends - carta igienica

O questa linea di tendenza per il pane a lievitazione naturale:

Grafico di Google Trends: pane a lievitazione naturale

Possiamo anche vedere quanto rapidamente l’interesse di ricerca può diminuire anche guardando i biglietti per il cinema:

Grafico di Google Trends: biglietti per il cinema

Sebbene le probabilità che si verifichi un’altra pandemia come COVID-19 sono (si spera) scarse, questi grafici illustrano quanto possa essere importante diversificare le tue parole chiave.

In effetti, è una prova evidente che dovresti diversificare la tua intera strategia di marketing , piuttosto che mettere tutte le tue uova nel “paniere di Google”.

Questi grafici sottolineano anche l’importanza della flessibilità e della capacità di capitalizzare le opportunità che si presentano.

Quindi, come proteggersi dallo spostamento dell’intento di ricerca o da un massiccio calo del volume di ricerca?

Sebbene non sia possibile controllare il comportamento del ricercatore, è possibile monitorarlo e adattarlo di conseguenza.

Per identificare potenziali cambiamenti nell’intento del ricercatore, tieni d’occhio le SERP di destinazione e come stanno cambiando .

Se vedi sempre più pagine che iniziano a classificarsi con un intento diverso rispetto alla tua pagina, è probabile che Google stia testando un intento diverso: potresti dover eventualmente cambiare la tua pagina o rischiare di perdere posizionamento.

Per monitorare l’interesse di ricerca, puoi scegliere tra una varietà di strumenti che misurano il volume di ricerca mensile, come SEMrush, Moz o Ahrefs.

Google Trends ti darà un’idea su dove è diretto l’interesse di ricerca.

Nel 2021, non dovresti mai stare troppo tranquillo.

Essere flessibili e avere la capacità di adattarsi è fondamentale per il successo online.

2. I professionisti SEO locali devono essere agili

Parlando di necessità di essere in grado di adattarsi rapidamente, nulla è più vero che nella ricerca locale quest’anno.

Uno dei settori più colpiti durante questa pandemia sono state le imprese locali.

Blocchi e restrizioni sociali hanno costretto molti di questi imprenditori a diventare creativi e trovare nuovi modi per rimanere in contatto con la loro clientela, come il ritiro senza contatto o le consulenze virtuali.

Tuttavia, per molte aziende, far semplicemente sapere ai propri clienti se sono aperte o meno può fare un’enorme differenza.

In loro favore, Google ha svolto un lavoro dignitoso fornendo varie opzioni all’interno di Google My Business per consentire alle aziende locali di comunicare con i propri clienti.

Alcune delle funzionalità Google My Business aggiunte di recente includono:

  • Pulsanti di chiamata nei pannelli informativi locali.
  • Orario di apertura online.
  • Possibilità di prendere appuntamenti online.

Se vuoi rimanere aggiornato su tutti i nuovi attributi che sono stati e continuano ad essere aggiunti a GMB, ti consiglio vivamente di controllare questa risorsa sul sito di Hawkins.

Sebbene la maggior parte delle attività commerciali locali siano sedi fisiche, devono considerare la ricerca come un canale legittimo per la comunicazione con i clienti e la pandemia ha evidenziato questo fatto poiché le interruzioni hanno reso difficile servire i clienti nei loro “spazi fisici”.

Le aziende più agili e i professionisti SEO locali dovrebbero essere in grado di sfruttare le nuove opportunità della ricerca locale sfruttando appieno gli strumenti forniti da Google e da altri motori di ricerca e, con l’aggiunta di nuove funzionalità, queste attività agili e i professionisti SEO continueranno prosperare oltre la pandemia.

3. La comunità SEO diventa sempre più forte

Anche di fronte a tali avversità, la comunità SEO rimarrà aperta, solidale e innovativa.

Sono sempre stato orgoglioso di far parte di questa vivace comunità di professionisti della ricerca, ma mai più che nel 2020.

In quello che è stato uno degli anni più impegnativi in Italia e in tutto il mondo, ho visto costantemente professionisti SEO farsi avanti per aiutarsi a vicenda.

Ho visto professionisti SEO supportare altri professionisti licenziati a causa della pandemia condividendo i loro curriculum su Twitter e aiutandoli a trovare nuovi ruoli nel settore.

Ho anche visto numerosi professionisti della ricerca e agenzie che condividono consigli e informazioni gratuite per aiutare le aziende in questi tempi difficili.

Questa è sempre stata una pratica nell’ambito della SEO, ma l’ho vista crescere particolarmente durante il 2020.

In effetti, nel mio piccolo, contribuisco alla crescita di questa comunità SEO anche con il mio Blog.

I professionisti SEO hanno persino sfruttato le loro abilità non SEO per aiutare a raccogliere fondi per le persone affette da COVID o per sostenere mentalmente le persone più in crisi.

Sono sempre impressionato da quanto sia aperto e collaborativo il settore SEO, ma il 2020 è stato diverso poiché ci siamo tutti appoggiati l’uno all’altro in circostanze insolite e difficili.

Sono orgoglioso di far parte di una comunità così meravigliosa che sarà ancora più forte nel 2021!

Conclusione

Il 2020 ha dimostrato che il cambiamento può avvenire molto rapidamente e devi essere agile come professionista SEO per adattare rapidamente la tua strategia per adattarla al nuovo comportamento di ricerca, agli ambienti che mutano e alle potenziali restrizioni.

Fortunatamente, la ricerca è un canale in cui è possibile cambiare e spostarsi in modo relativamente rapido se sei preparato.

Quindi, nel 2021, assicurati di rivedere regolarmente le SERP per assicurarti che le tue pagine attuali o le pagine future siano ancora in linea con l’intento e l’interesse di ricerca.

Ricorda anche che non sei solo e che c’è un’intera comunità là fuori pronta a supportarti e aiutarti a crescere.

Connettiti sui social media, lascia commenti sui tuoi blog preferiti, fatti sentire!

Leggi anche: 3 strategie di Link Building per aumentare il tuo traffico

So che è stato un anno difficile per molti di noi, ma so che il futuro è roseo e che ci aspettano tempi migliori.

Quindi, grazie per la lettura, tieni alto il morale e continua a spingere in avanti il settore della ricerca nel 2021 e oltre!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Come creare un blog di successo in 7 fasi

Leggi Prossimo

ImpulsX: Recensione completa. Paga il 2,5% settimanale, è una truffa?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial