• 23 Febbraio 2024

Chiudere tutte le app dell’ iPhone ha senso? E’ utile o è un errore?

pexels-photo-225232.jpeg

Photo by picjumbo.com on Pexels.com

Condividi su:

Se non puoi fare a meno di chiudere tutte le app dell’ iPhone, dovresti smettere di farlo. È inutile e controproducente; in questa guida scoprirai perchè.

Se sei come molti utenti iPhone, apri regolarmente l’App Switcher del tuo telefono e scorri verso l’alto per chiudere tutte le app dell’ iPhone da lì. Dovresti smettere di farlo.

Questo non solo non aiuta la durata della batteria come molte persone affermano, ma è anche controproducente per come dovrebbe funzionare il tuo iPhone. Analizziamo perché non dovresti chiudere tutte le app dell’ iPhone in continuazione.

Chiudere tutte le app dell’ iPhone, cosa significa?

Definiamo rapidamente cosa significa scorrere per chiudere le app. Per chiudere tutte le app dell’ iPhone, devi prima aprire l’App Switcher, che mostra le anteprime delle app recenti che puoi toccare lo schermo per passare da una all’altra.

A seconda del tuo iPhone, il metodo per aprire App Switcher è diverso. Su un iPhone con Face ID, scorri verso l’alto dalla parte inferiore dello schermo e metti in pausa vicino al centro. Per i modelli di iPhone con un pulsante Home, fai doppio clic sul pulsante Home per aprire invece l’App Switcher.

Una volta lì, scorri verso sinistra o verso destra per esaminare le tue app, quindi scorri verso l’alto sull’anteprima di un’app per chiudere quell’app e rimuoverla dall’elenco.

Perché non dovresti chiudere costantemente le app dell’iPhone

Chiudere continuamente le app dell’ iPhone è controproducente e va contro il modo in cui è progettato iOS, il sistema operativo su cui gira sul tuo iPhone.

Ci sono diversi motivi per affermare questo.

Le app non vengono eseguite in background

È un malinteso comune che ogni app in App Switcher sia attualmente in esecuzione in background e quindi utilizzi le risorse del tuo iPhone, ma questo non è vero. La pagina di supporto di Apple sul cambio di app per iPhone afferma quanto segue:

Dopo essere passati a un’altra app, alcune app vengono eseguite per un breve periodo di tempo prima di essere impostate su uno stato sospeso. Le app in stato di sospensione non sono attivamente in uso, aperte e non occupano risorse di sistema.

Pertanto, la maggior parte delle app che appaiono in App Switcher non rappresentano processi attivi. Appaiono nello switcher più per comodità (consentendoti di tornare alle app che stavi utilizzando in precedenza) che come elenco di tutti i processi in esecuzione.

L’App Switcher non è come il Task Manager su Windows o Activity Monitor su un Mac. Non è necessario chiudere manualmente le app per interromperne l’esecuzione.

Il tuo iPhone gestisce la RAM da solo

iOS fa un ottimo lavoro nel gestire le risorse disponibili sul tuo dispositivo e, chiudendo continuamente le app, lo costringi a lavorare di più.

Come qualsiasi computer, il tuo iPhone ha una quantità limitata di RAM, che utilizza per memorizzare i processi in esecuzione. iOS rimuove regolarmente le app dalla RAM quando non sono necessarie in modo che ci sia sempre spazio disponibile per le nuove app che avvii.

Le app che non tocchi da tempo vengono chiuse automaticamente; quando le riapri, si riavviano. Puoi osservarlo tu stesso: apri lo switcher e scorri da sinistra a destra per raggiungere un’app che è sepolta in profondità nell’elenco. Quando lo tocchi, l’app probabilmente non riprenderà da dove avevi interrotto, poiché è stata sospesa qualche tempo fa per fare spazio alle app che stai utilizzando ora.

Per le app che hai smesso di usare di recente, iOS le blocca, quindi le sblocca quando riapri, per consentirti di riprenderle rapidamente. Potresti anche non renderti conto che l’app è stata bloccata quando la riapri, perché ciò accade rapidamente.

Chiudere tutte le app dell’ iPhone in continuazione impedisce a iOS di gestire i processi per te e perde il vantaggio di avere app bloccate immediatamente disponibili.

Chiudere tutte le app dell’ iPhone le costringe a essere ricaricate

Quando forzi sempre le app alla chiusura, stai rendendo le app che usi meno performanti.

Supponiamo che tu stia inviando un SMS al tuo amico in Messaggi e scorri per chiudere l’app dopo ogni risposta. Ogni volta che arriva un nuovo messaggio, devi aprire Messaggi e selezionare nuovamente la conversazione con il tuo amico. Sarebbe più veloce lasciare i messaggi aperti in modo da poter tornare a quella conversazione non appena sblocchi il telefono.

Anche se questo non fa una grande differenza, si somma nel corso della giornata alle elaborazioni che l’iPhone deve eseguire. Ma non è solo il tempo: questo influirà negativamente anche sulla durata della batteria. Forzando il tuo telefono a chiudere le app e poi riaprirle tutto il tempo, deve fare più lavoro che se le avessi lasciate aperte.

Immagina di spegnere il telefono ogni volta che lo rimetti in tasca, per poi riaccenderlo quando ne hai bisogno di nuovo. Questo sarebbe inefficiente e sprecherebbe energia, ed è esattamente quello che stai facendo su scala ridotta quando decidi di chiudere tutte le app dell’ iPhone.

La chiusura delle app rende meno utile il commutatore di app

L’App Switcher diventa meno utile quando scorri costantemente tutte le tue app chiuse. Il punto dello switcher è rendere facile l’accesso alle app che hai appena aperto. Quando è sempre vuoto, devi avviare le app tramite la schermata Home o la ricerca Spotlight ogni volta.

Questo ti fa perdere tempo, soprattutto per le app che non si trovano nella schermata Home principale o nel Dock.

Apple dice che non è necessario

Se non sei convinto da tutto quanto sopra, forse la conferma da parte di Apple stessa ti farà cambiare idea.

La mancanza di un pulsante Chiudi tutto sull’App Switcher parla implicitamente di come Apple intende far funzionare questo sistema. Se la società consigliasse di chiudere regolarmente tutte le tue app, probabilmente sarebbe più facile farlo con un solo pulsante.

La pagina di supporto di Apple su come chiudere le app afferma che “dovresti chiudere un’app solo se non risponde”. Se chiudere tutte le app dell’ iPhone aiutasse il tuo telefono, Apple lo chiarirebbe.

Alcuni anni fa, 9to5Mac ha condiviso un’e-mail che qualcuno ha inviato a Tim Cook, chiedendo se chiudere frequentemente le app iOS è una buona idea e necessaria per la durata della batteria. Craig Federighi, Senior VP of Software Engineering di Apple, ha risposto con “No e No”.

Ovviamente, la persona che dirige il reparto design di iOS sa bene come funziona.

Quando dovresti chiudere le app per iPhone

Spero che ora capirai perché non dovresti chiudere tutte le app dell’ iPhone in continuazione. Tuttavia, ci sono ancora momenti in cui chiudere un’app è una buona idea.

Come accennato in precedenza, la chiusura di un’app è utile se è bloccata o non risponde. Se un’app sembra bloccata per qualsiasi motivo, chiuderla e riprovare è un semplice passaggio per la risoluzione dei problemi.

Puoi anche chiudere le app che vengono eseguite in background quando hai finito di usarle. Su iOS, le uniche app che funzionano in questo modo sono lettori musicali, app di navigazione, registratori audio e simili. Quindi, se stai riproducendo musica in Spotify e vuoi che si interrompa, puoi scorrere per chiudere immediatamente l’app.

Un altro uso pratico per chiudere occasionalmente alcune app è riordinare il tuo App Switcher. Se hai aperto un’app che non usi molto spesso, va bene rimuoverla dallo switcher in modo che sia più facile passare da un’app all’altra che usi più frequentemente.

L’ultima categoria che dovresti chiudere sono le app che potrebbero tentare di abusare dei loro privilegi e rimanere in esecuzione in background, come Facebook. Ma se non ti fidi di un’app per rispettare le regole di iOS, dovresti disinstallarla dal tuo telefono.

Controlla il menu di aggiornamento dell’app in background

Sebbene la maggior parte delle app per iPhone non venga eseguita attivamente in background, molte possono ancora recuperare nuovi dati quando non le utilizzi grazie all’aggiornamento delle app in background. Ad esempio, un’app di notizie potrebbe aggiornare i suoi titoli in modo che siano aggiornati quando apri l’app o un servizio di archiviazione cloud potrebbe eseguire il backup delle tue foto.

Se non vuoi che ciò accada, vai su Impostazioni > Generali > Aggiornamento app in background . Lì puoi scegliere quali app possono essere aggiornate in background e se abilitare questa funzione su Wi-Fi o Wi-Fi e dati mobili. Consulta la nostra guida all’aggiornamento delle app in background per maggiori dettagli.

Smetti di chiudere tutte le app dell’ iPhone

Non dovresti eliminare tutte le app in App Switcher. Ciò impedisce a iOS di funzionare come previsto, spreca energia costringendo le app a ricaricarsi senza motivo e rende meno conveniente il passaggio da un’app all’altra. Apple ha affermato in più punti che non è necessario, quindi dovresti smettere di farlo.

Se ti ritrovi a scorrere le app come parte di una dipendenza dal tuo iPhone, dovresti cercare di impiegare meglio il tuo tempo.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Dove sono fatti gli iPhone? Dove vengono realizzati davvero?

Leggi Prossimo

7 consigli per aumentare la durata della batteria di un Android

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial