• 27 Novembre 2022

7 consigli per aumentare la durata della batteria di un Android

aumentare autonomia di Android

7 consigli per aumentare l’autonomia di Android

Condividi su:

I telefoni Android di oggi sono dotati di schermi grandi e luminosi e di funzionalità che assorbono molta energia. Ecco 7 consigli per aumentare la durata della batteria di uno smartphone Android. Per chi invece vuole risolvere definitivamente consiglio il nuovo smartphone energizer!

Ci sono una serie di fattori che contribuiscono alla scarsa durata della batteria sul tuo telefono Android. Schermi più luminosi, processori più veloci, più software in background e connessioni Internet più veloci hanno tutti il ​​loro peso sulla batteria del telefono, motivo per cui le custodie con batteria integrata e le batterie portatili sono cresciute di popolarità.

A partire da Android 6.0 Marshmallow, Google ha aggiunto la funzione Doze, che mette il telefono in stato di “pausa” quando è fermo su un tavolo, tranne che per notifiche urgenti (come messaggi di testo) e sincronizzazioni occasionali. L’ottimizzazione della batteria a volte non basta, ci sono alcune altre cose che puoi fare per migliorare la tua autonomia.

Per aumentare la durata della batteria di un Android, le opzioni da abilitare variano a seconda del telefono, ma una rapida ricerca nelle impostazioni dovrebbe farle apparire.

Attiva la modalità di risparmio energetico

Pensi di rimanere bloccato in una situazione in cui hai bisogno che la batteria del tuo telefono duri più a lungo di quanto non faccia normalmente? Per aumentare la durata della batteria di un Android metti il telefono in modalità risparmio energetico, che interrompe automaticamente le funzioni più dispendiose per la batteria.

Ad esempio, sul Samsung Galaxy S10 , ci sono due opzioni. La prima limita la luminosità del display, la velocità della CPU e l’utilizzo della rete. La seconda disattiva tutto ciò che non è essenziale per funzionare.

I telefoni Samsung offrono anche la funzione “manutenzione”, che elimina le app bloccate, le porzioni di dati e altre impurità che possono occupare memoria sul telefono ed assorbire energia.

Il Wi-Fi è tuo amico, usalo più che puoi

La rete dati cellulare (3G, 4G, ecc.) è molto impegnativa per la batteria, quindi utilizza il Wi-Fi quando ti è possibile.

Puoi impedire al telefono di utilizzare i dati della rete (sim) disattivando i servizi dati mobili dal pannello delle impostazioni rapide sul telefono. Per aumentare la durata della batteria di un Android è inoltre possibile utilizzare la modalità aereo per disattivare tutte le funzioni della rete dati e attivare il Wi-Fi, anche se ciò interromperà le chiamate in arrivo e i messaggi SMS.

Disabilita i servizi sempre attivi che non usi

Funzionalità come Bluetooth, NFC, visibilità del telefono e servizi di localizzazione sono utili ma consumano la batteria quando i telefoni si collegano e si aggiornano. Se stai cercando di aumentare l’autonomia, disattivali finché non ne hai effettivamente bisogno.

Potrebbe anche non essere necessario il tuo programma di assistente vocale in ogni momento. Se hai l’Assistente Google attivo e funzionante, accedi alle impostazioni dell’Assistente e disattivalo, impedendo a Google Assistant di ascoltare attivamente e consumare la batteria.

Se si dispone di un dispositivo Samsung , è anche possibile disattivare la funzione di assistente vocale Bixby fornita con i telefoni Android dell’azienda.

Lo schermo è troppo luminoso

Gli schermi per smartphone sembrano grandiosi di questi tempi, ma non sorprende che la risoluzione nitida e i generosi pixel sono terribili per la batteria. Probabilmente non hai bisogno che il tuo dispositivo raggiunga la luminosità più alta. Vai nelle impostazioni del display e abbassa la luminosità sullo schermo; i tuoi occhi e la batteria ti ringrazieranno.

Per aumentare la durata della batteria di un Android dovresti anche considerare di disabilitare la luminosità automatica, che si adatta in base alle tue esigenze percepite, ma può anche aumentare la luminosità del display più a lungo di quanto non sia necessario.

Puoi anche modificare la durata dello schermo attivo. Poi accedi alle impostazioni delle notifiche e disattivale da app specifiche, così il tuo telefono non si accende ogni volta che arriva un nuovo avviso.

Elimina sfondi e widget troppo “movimentati”

Attenzione allo sfondo, perché ci vuole energia per animarlo. È anche una buona idea limitarsi ad uno sfondo con meno colori, poiché il display usa più energia se ha bisogno di visualizzare colori diversi.

Mentre i widget sono allettanti e convenienti, sono essenzialmente un programma attivo utilizzabile direttamente dalla schermata principale, quindi il telefono utilizza l’energia mantenendo attiva la funzione. Basta dire no a queste app simpatiche se la durata della batteria è un problema.

Metti a tacere il tuo telefono

Un telefono che emette un bip o un ronzio per ogni notifica è fastidioso e la batteria si scarica prima, quindi disattiva suoni e vibrazioni inutili.

Il tuo telefono deve attivare un motore interno per vibrare, che, indovinate un pò, usa energia. Entra nelle impostazioni di suoni e vibrazioni e abbassa l’intensità delle vibrazioni. Qui, puoi anche disabilitare il feedback atipico in modo che non vibri quando digiti qualcosa o tocchi lo schermo.

Aggiorna le tue app solo quando è davvero utile

Gli sviluppatori si impegnano molto per assicurarsi che le loro app funzionino nel modo più efficiente possibile. Aggiorna le tue app il più spesso possibile per assicurarti di avere la migliore versione disponibile.

Detto questo, gli aggiornamenti delle app possono essere pesanti, consumando dati e durata della batteria. Quindi potrebbe essere una buona idea limitare gli aggiornamenti dell’app (e del sistema operativo) a quando sei su Wi-Fi. Oppure disattiva temporaneamente gli aggiornamenti automatici fino a quando non riesci a ricaricare la batteria.

Allo stesso modo, per aumentare la durata della batteria di un Android puoi anche decidere di disattivare gli aggiornamenti automatici all’interno delle singole app. Forse la tua app di Instagram si aggiorna automaticamente con nuovi contenuti non appena disponibili. È fantastico per stare al passo con i selfie e le storie delle vacanze dei tuoi amici, ma è inutile! Nelle impostazioni del tuo telefono, puoi disattivare l’opzione per sincronizzare automaticamente i dati e aggiornare manualmente le app mentre le utilizzi, per risparmiare un po’ di autonomia.

Nel frattempo, tieni d’occhio le app (supportate dagli annunci) che sembrano tenere a bada la batteria. Molte di queste fanno l’esatto contrario.

Se ancora l’autonomia non ti basta puoi sempre risolvere con una cover con batteria integrata!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Una cultura aziendale positiva è la chiave per fidelizzare i dipendenti

Leggi Prossimo

I 5 migliori strumenti SEO di Google

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial