• 14 Giugno 2024

Tre semplici modi per migliorare i contenuti del tuo sito web

Condividi su:

È un detto comune che “il contenuto è il re e ci sono dei nuovi modi per migliorare i contenuti del tuo sito web, vediamo quali.

In passato molti hanno fatto in modo di condire a più non posso i contenuti con le parole chiave per le quali avrebbero voluto classificarsi. Questo era un momento in cui un’accozzaglia di parole chiave migliorava il posizionamento nei risultati di ricerca di Google.

Alcune persone stavano persino riproponendo vecchie tesine universitarie e riscuotendo entrate pubblicitarie dal traffico.

Il contenuto non è più il re

Google non invia più traffico a contenuti casuali. Sono emersi algoritmi come Panda che miravano al contenuto prodotto progettato attorno alle parole chiave.

Oggi, Google invia traffico preciso a contenuti specifici che si riferiscono direttamente a quali sono gli obiettivi dell’utente, noto anche come intento di ricerca.

In altre parole, Google sta classificando i contenuti in base a quanto rispecchiano ciò che l’utente desidera.

Piuttosto che il contenuto è il re , l’aforisma più appropriato è l’obiettivo dell’utente è il re.

Come migliorare i contenuti

Di seguito sono riportati tre semplici modi per migliorare i contenuti di un sito web in modo da migliorare i risultati nella SERP.

Identificare gli obiettivi dell’utente

Identificare gli obiettivi dell'utente per migliorare i contenuti
Identificare gli obiettivi dell’utente per migliorare i contenuti

Trovo che, per alcune domande, Google tenda a classificare le pagine in base a ciò che un utente sta cercando di fare.

Quindi, per una pagina / argomento è importante comprendere l’obiettivo intrinseco del visitatore del sito, cosa vogliono raggiungere, quindi scrivere basandosi su tale obiettivo / aspirazione.

Penso che sia ingenuo e superficiale identificare parole comunemente associate a una parola chiave e includerle come si condisce un’insalata.

Questo approccio manca del fattore più importante per comprendere ciò che gli utenti desiderano.

” Ciò che gli utenti vogliono ” (ovvero ciò che stanno cercando di realizzare) è ciò che influenza quali parole sono comunemente associate a un determinato argomento.

Pertanto, l’approccio al condimento dei contenuti con “parole chiave associate” non tiene pienamente conto di cosa significhi pubblicare “contenuti utili “.

Un produttore di esche non vende esche. Sta vendendo la possibilità di pescare pesci. Quindi il contenuto dovrebbe riflettere che ” Se vuoi pescare più pesci … “

Leggi anche: Come strutturare il sito web di uno studio legale

Comunicare e raccontare storie con immagini

Raccontare storie con immagini per migliorare i contenuti
Raccontare storie con immagini per migliorare i contenuti

L’uso corretto delle immagini che integra ed estende la comunicazione di un determinato argomento / pagina Web aiuterà a migliorare il posizionamento della pagina Web.

Le immagini che contengono un significato che corrisponde a ciò che l’utente sta cercando di realizzare, nella mia esperienza rafforzeranno i risultati in classifica di ciò che quella pagina web tratta. Nella mia esperienza, le immagini possono contribuire ad aiutare il posizionamento della pagina nei frammenti presenti nella parte superiore della pagina Web.

Non abbinare l’immagine con le parole chiave. Nella mia esperienza è meglio illustrare come viene realizzato qualcosa o riflettere il risultato che l’utente si aspetta.

Quindi, se l’utente si aspetta di ottenere qualcosa di specifico dall’uso del prodotto, l’immagine dovrebbe comunicare quel risultato.

Un altro approccio è un’immagine che dimostra come ottenere quel risultato, come in una grafica passo dopo passo.

Essere concisi e restare in tema

Essere concisi e restare in tema per migliorare i contenuti
Essere concisi e restare in tema per migliorare i contenuti

Rimanere sull’argomento, che si tratti di un argomento ampio o ristretto, e di mantenere alta la soglia d’attenzione aiuterà a incoraggiare i visitatori del sito a rimanere con te fino alla fine della pagina, dove potrebbero essere più inclini a rispondere a un invito all’azione (CTA) , un pulsante Acquista o un link di affiliazione.

Altrettanto importante, essere in tema e concisi aiuta il motore di ricerca a capire di cosa tratta la pagina web.

Quest’ultima parte, comunicare di cosa tratta una pagina web è l’essenza del SEO nella sua parte fondamentale.

Rendere una pagina web facile da capire è il significato della parte “O” dell’acronimo SEO.

Ma altrettanto importante, c’è stato uno spostamento in ciò che significa essere rilevanti. Non si tratta più di essere pertinenti alle parole chiave. Si tratta sempre più di essere attinenti a ciò che gli utenti stanno cercando di realizzare e quindi di affrontarlo nel contenuto.

Conclusioni

Se vuoi saperne di più sui contenuti SEO di un sito web continua a seguire il nostro Blog.

Clicca qui per iscriverti gratuitamente. Riceverai una notifica via email ogni volta che un nuovo articolo viene pubblicato.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Una VPN (rete privata virtuale), serve a proteggere la privacy online

Leggi Prossimo

Le 10 migliori app per effettuare videochiamate di gruppo gratuite

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial