• 26 Novembre 2022

Differenze tra USB-A e USB-C [Guida completa]

Differenza tra usbA e usbC
Condividi su:

Esistono diverse differenze tra USB-A e USB-C, i due tipi di USB più comuni. Le porte USB-A sono onnipresenti nei dispositivi elettronici e nelle apparecchiature informatiche.

Diamo prima un’occhiata a quali sono i tipi USB-A e USB-C, quindi esaminiamo le differenze tra loro.

Cos’è l’USB-A ?

USB A
USB A

USB Type-A è il connettore USB originale, facilmente identificabile dalla sua forma rettangolare piatta. Non reversibili per progettazione, le porte USB-A si trovano in quasi tutti i dispositivi simili a computer, inclusi laptop, smart TV, console per videogiochi e lettori DVD/Blu-ray.

Cos’è l’USB-C ?

USB C
USB C

Rilasciato nel 2014, USB Type-C è stato progettato per risolvere i problemi comuni di USB-A. Molti dispositivi snelli e leggeri ora integrano porte USB-C sottili nel loro design. I produttori possono progettare prodotti elettronici più sottili grazie alla porta USB-C.

Le porte USB-C vengono gradualmente aggiunte a più dispositivi, con l’obiettivo di sostituire eventualmente le tradizionali porte USB-A.

Le differenze tra USB-A e USB-C

La differenza tra usb A e usb C
La differenza tra usb A e usb C

Ora che abbiamo una conoscenza di base di USB-A e USB-C, discutiamo delle differenze chiave.

Nuova forma reversibile e design più sottile

La goffa connessione USB-A è stata aggiornata con il design USB-C salvaspazio, consentendo ai dispositivi elettronici di essere progettati più sottili che mai.

A parte l’ovvia revisione visiva, le porte USB-C ora ospitano connettori USB-C indipendentemente dall’orientamento in cui si inserisce il connettore. Questo importante aggiornamento è dovuto al posizionamento simmetrico dei pin sia nella parte inferiore che in quella superiore del connettore USB-C.

I pin USB-A sono dedicati alla parte inferiore delle porte USB-A (rendendo l’inserimento non reversibile).

Supporto standard USB

Il più recente standard USB 4.0 richiede connettori USB-C, lasciando dietro di sé USB-A.

USB 4.0 ha un potenziale data rate di 40 Gbps oltre al supporto USB Power Delivery (USB PD), consentendo un’erogazione di potenza bidirezionale fino a 100 W (sufficiente per alimentare grandi dispositivi elettronici dai laptop ad alcune stampanti).

Supporto per modalità alternative

La funzione Alternate Mode di USB-C consente alle porte USB-C di ospitare una gamma più ampia di protocolli di dati. Tuttavia, questo supporto arriva a discrezione del produttore dell’hardware per integrarlo nel proprio dispositivo elettronico.

Le modalità alternative che possono essere utilizzate in una singola porta USB-C includono Thunderbolt, DisplayPort, HDMI, Mobile High-Definition Link e VirtualLink.

Integrando tutte queste connessioni in un’unica porta USB-C, le modalità alternative consentono di progettare dispositivi elettronici più sottili rispetto a prima. Tutto ciò di cui hai bisogno è l’adattatore giusto per accedere alla funzione Modalità alternativa che desideri dalla porta USB-C.

USB-A non supporta la modalità alternativa.

Retrocompatibilità

USB-A e USB-C sono entrambi progettati per essere retrocompatibili con il dispositivo a cui sono collegati.

Ad esempio, un connettore USB-A 3.0 (identificato dal suo inserto standard in plastica blu) funzionerà alla velocità della porta USB, sia USB 2.0 che USB 1.1. Allo stesso modo, un connettore USB-C 3.2 è anche retrocompatibile con gli standard precedenti delle porte USB-C.

Anche se non puoi collegare il tuo minuscolo connettore USB-C a una delle porte USB-A più grandi, un adattatore o un hub con i connettori e le porte corrispondenti risolveranno il tuo problema.

Guardando oltre l’orizzonte con USB-C

Più di 700 aziende tecnologiche, tra cui Apple, Google, Intel e Microsoft, hanno collaborato alla progettazione e all’adozione iniziali di USB-C.

USB-C è veramente universale e durerà a lungo.

USB di tipo C
USB di tipo C

Tuttavia, ci sono ancora molti dispositivi meno recenti che richiedono una connessione USB-A. Per ora, USB-A continuerà ad apparire insieme a USB-C nei dispositivi elettronici per affrontare problemi di compatibilità.

Poiché l’uso di questi dispositivi più vecchi diminuisce, è prevedibile che USB-C diventerà il tipo dominante.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

3 strategie di link building per aumentare il traffico sul tuo sito web

Leggi Prossimo

I sacchetti di plastica biodegradabile dopo tre anni sono integri!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial