• 26 Novembre 2022

Perché le visiere e le barriere in plexiglass non bloccano il Coronavirus?

Perché le visiere e le barriere in plexiglass non bloccano il Coronavirus
Condividi su:

Perchè le barriere in plexiglass non bloccano il Coronavirus? Le maschere per il viso probabilmente aiutano a rallentare la diffusione del Covid-19, ma indossare una maschera non è pratico in determinate situazioni. I clienti di ristoranti e bar non possono coprirsi la faccia mentre mangiano e bevono, ad esempio.

Quando le maschere non sono indossate, a volte vengono sostituite con schermi per il viso o barriere in plexiglass. Il personale indossa visiere di plastica , ad esempio, mentre i locali potrebbero installare schermi trasparenti tra due persone.

Tuttavia, scudi e barriere non sono un’alternativa sicura alla copertura del naso e della bocca. Non indossare una maschera è pericoloso, soprattutto all’interno degli edifici, e riflette idee sbagliate su come viene trasmesso il Coronavirus e a cosa servono le maschere.

Il coronavirus è in volo

Il primo malinteso deriva dal pensare che il coronavirus SARS-CoV-2 si diffonda solo attraverso azioni rapide e improvvise come un colpo di tosse o uno starnuto, che spara liquido nell’aria per creare “goccioline balistiche”.

Ma le goccioline vengono generate anche dal fluido nel tratto respiratorio attraverso attività meno violente, come semplicemente parlare o respirare. Gli scienziati dicono che quelle goccioline respiratorie emesse da una persona infetta, possono rimanere sospese nell’aria ed essere inalate da altre persone. Le goccioline microscopiche creano una nebbia sottile invisibile a occhio nudo: una soluzione aerodispersa o aerosol.

La parola ‘aerosol’ probabilmente contribuisce all’incomprensione del pubblico sulla trasmissione del virus perché quando le persone immaginano gli aerosol, potrebbero pensare a uno spray – qualcosa rilasciato in una particolare direzione, non la nebbia che si è lasciata dietro.

Le goccioline non sono sempre proiettili

Una volta compreso che un aerosol non viaggia necessariamente in una direzione, è ovvio perché una barriera non ne blocca il movimento. Quando un cliente e un cassiere sono uno di fronte all’altro alla cassa del supermercato, uno schermo in plexiglass potrebbe bloccare le goccioline se una persona tossisce o starnutisce, ma non può fermare la nebbia.

Un gruppo di scienziati organizzato dal ricercatore sull’aerosol Jose-Luis Jimenez dell’Università del Colorado, Boulder, ha recentemente prodotto un documento intitolato ” Domande frequenti sulla protezione dalla trasmissione di aerosol COVID-19 “. Come dicono le FAQ, “le visiere non offrono molta protezione contro gli aerosol […] mentre le maschere lo fanno”.

Kamala Harris e Mike Pence, separati da plexiglass durante il dibattito alla vicepresidenza.

Il documento spiega che uno scudo è utile per bloccare le goccioline balistiche e può integrare la protezione degli occhi (occhiali di sicurezza) ma non può sostituire una maschera. Allo stesso modo, “le barriere in plexiglass sono generalmente utili per evitare la […] trasmissione diretta di aerosol ogni volta che le persone sono nelle immediate vicinanze e non è possibile mantenere la distanza”.

Gli aerosol possono diffondersi come fumo

Capire come un aerosol può trasmettere il virus diventa ancora più facile una volta confrontati gli aerosol con il fumo di sigaretta invece di uno spray. Le correnti d’aria possono spingere il “fumo” del virus attorno a una barriera per raggiungerti indirettamente, ma non dovrebbero passare attraverso una maschera.

Anche se non riesci a vedere il fumo, sai ancora che c’è perché lo senti. E anche se non puoi annusare i virus, puoi individuare quando qualcuno non indossa una maschera, permettendoti di trattare quel “ fumatore ” come un individuo potenzialmente infetto, qualcuno che potrebbe non mostrare i sintomi perché è un portatore asintomatico del virus.

Il fumo offre anche un modo per comprendere la trasmissione asintomatica. Nell’analogia del fumo , una donna incinta inala il fumo passivo di un fumatore che potrebbe influire sulla salute del suo bambino non ancora nato, proprio come qualcuno infettato da un portatore asintomatico potrebbe trasmettere il Coronavirus a una terza parte invisibile, come una persona anziana che è vulnerabile a soffrire di sintomi ed effetti potenzialmente letali.

Le maschere aiutano a proteggere le altre persone

Il secondo malinteso che porta a pensare che scudi e plexiglass proteggano le persone nasce dall’incomprensione su a cosa servono le maschere. Una visiera è una forma di ” equipaggiamento protettivo personale “. I DPI completi vengono spesso indossati dal personale ospedaliero e da altri operatori sanitari se sono ad alto rischio di essere spruzzati direttamente da goccioline che potrebbero contenere germi.

Il DPI dovrebbe essere appropriato per la situazione in cui viene utilizzato. Ad esempio, non indosseresti un elmetto per proteggerti dal rumore, né useresti un paio di cuffie antirumore per evitare che gli oggetti ti colpiscano la testa. Allo stesso modo, uno schermo facciale non creerà una barriera efficace contro un virus trasportato in un aerosol.

Il DPI, è progettato per la persona che lo indossa. Ma mentre si potrebbe presumere che lo scopo principale di una maschera sia proteggere chi lo indossa, in realtà è impedire loro di diffondere il virus (possibilmente tramite trasmissione asintomatica).

Come dice il Centers of Disease Control :

Indossa una maschera. Proteggi gli altri:

Sei moralmente responsabile per gli altri

Le visiere in plastica e le barriere in plexiglass hanno molti vantaggi rispetto alle maschere. Gli scudi sono più comodi, ad esempio, mentre le barriere sono più convenienti. Entrambi consentono una comunicazione chiara perché puoi vedere la bocca di una persona che si muove.

Ma questi vantaggi non superano i costi evidenti. Le aziende consentono ai dipendenti di indossare scudi perché credono che le visiere blocchino il Coronavirus. Non lo fanno. Il virus è diffuso dagli aerosol, che non viaggeranno necessariamente in una direzione e si diffonderanno in base alle correnti d’aria. Senza un’adeguata ventilazione interna, le persone si ammaleranno.

Se lavori in un bar o in un ristorante, indica questo articolo al tuo datore di lavoro perché deve capire che indossare maschere ridurrà il rischio che i clienti prendano il Covid-19. Le linee guida fornite dai governi e dalle autorità sanitarie pubbliche come CDC non seguono la scienza abbastanza rigorosamente.

D’altro canto, le persone che hanno bisogno di stare senza mascherina dovrebbero evitare di visitare luoghi in cui il personale non è “mascherato”. Non vale il rischio di infezione per te o per le persone con cui entri in contatto.

Aiutare a fermare la diffusione del Covid-19 è una responsabilità morale.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Tag URL canonico o reindirizzamento 301?

Leggi Prossimo

Ottimizza i tuoi contenuti per la ricerca vocale [AGGIORNATO]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial