• 31 Gennaio 2023

Come posizionarsi in primo piano nello snippet di Google (Guida)

google snippet in posizione zero

google snippet in posizione zero

Condividi su:

Secondo SEMrush, l’ 11,3% di tutti i risultati di ricerca ora presenta uno snippet google in primo piano.

E sì: gli snippet in primo piano stanno rubando un sacco di clic dal punto numero zero

Come mi piace dire: lo zero è il nuovo 1

La domanda è: In che modo i tuoi contenuti possono essere visualizzati nello snippet in primo piano?

1 – Innanzitutto, trova le opportunità per gli snippet in primo piano

Ora che hai capito che l’esperienza utente COMANDA grazie al Rank Brain il primo passo è trovare:

  1. Parole chiave per le quali sei già in classifica
  2. Parole chiave con uno snippet in primo piano

Perché è importante concentrarsi sulle parole chiave per le quali si è in classifica?

Il 99,58% di tutti gli snippet in primo piano proviene da pagine classificate in prima pagina per quel termine .

Quindi, se non si è già classificati tra i primi 10, non si ha alcuna possibilità di entrare nello Snippet in primo piano.

Come trovi le Opportunità per gli Snippet in Primo Piano?

Con il rapporto “Rendimento” di Google search console selezionando la “Posizione media”.

Ti mostra le parole chiave per le quali sei in prima pagina, alcune delle posizioni 1 potrebbero avere uno snippet in primo piano e sulle altre ci si può lavorare.

google search console
google search console

Ovviamente ci sono altri tool per fare questo tipo di ricerche come semrush o ahrefs ma per questo esempio è sufficiente Google Search console.

Ecco lo snippet in primo piano come previsto, in posizione 0 e in posizione 2 c’è la stessa pagina :

snippet in posizione zero e link in posizione 2

2 – Successivamente, crea lo “Snippet Bait”

Lo “Snippet Bait” è un blocco di contenuti di 40-60 parole appositamente progettato per classificarsi come Snippet in primo piano.

Perché 40-60 parole?

Bene, SEMrush ha analizzato quasi 7 milioni di snippet in primo piano. E hanno scoperto che gli snippet più in primo piano sono lunghi 40-60 parole .

Quindi devi scrivere brevi definizioni “Snipper Bait” così da aumentare le possibilità di scalare la famosa posizione zero. Utilizza molte keywords e ricordati di scrivere le definizioni per le persone non per Google, non le riempire di ripetizioni e sinonimi senza un criterio, Google premia la leggibilità!

3 – Infine, formatta i contenuti per altri tipi di snippet in primo piano

Lo Snippet Bait funziona meglio per i cosiddetti “frammenti di paragrafo”, MOLTO meglio:

provenienza degli snippet

Ma non è l’unico sistema per crearli.

Si possono frammentare gli elenchi utilizzando sottotitoli H2 e H3, Google estrarrà questi sottotitoli dai tuoi contenuti e li includerà nello snippet in primo piano.

Se vuoi creare Snippet di formato tabella : devi creare una tabella da cui Google possa facilmente estrarre i dati.

Come questa ad esempio che copre la posizione 0 e 1 :

tabella Snippet di Google

Questo esempio è frutto di una tabella ben formattata anche se non visibile nella pagina di destinazione.

Infatti viene estratta grazie all’impostazione html della pagina stessa che propone lo snippet a Google, ovviamente se Google non ritiene lo snippet congruo col contenuto della pagina non lo utilizza!

Sto ancora studiando gli Snippet, non sono completamente padrone del sistema, ma cerco di pensare sempre all’utilizzatore che fa la ricerca organica, se lui è contento del risultato, Google prima o poi mi premierà.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Come funzionano gli extender Wi-Fi?

Leggi Prossimo

Come convertire il traffico organico in lead qualificati

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial