• 22 Maggio 2024

Geolocalizzazione di Facebook in tempo reale su iOS 13 e Android 10

Geolocalizzazione di Facebook in tempo reale

Geolocalizzazione di Facebook in tempo reale

Condividi su:

Facebook funziona meglio quando la geolocalizzazione è costantemente attiva in tempo reale. Questo è l’avvertimento che viene dato agli utenti della piattaforma social, prima degli imminenti aggiornamenti Android 10 e iOS 13.

Le funzionalità di Facebook funzionano meglio, quando dispongono di una posizione precisa anche quando non stai utilizzando l’app; questo per assicurarti che avvisi e strumenti siano accurati e personalizzati.

come afferma il famoso social in un post nel suo blog :

Facebook, le cui violazioni della privacy hanno dominato le cronache per 18 mesi, è ancora alla ricerca di rimuovere blocchi dal tuo smartphone. È un motivo sufficiente almeno per sorridere no?

La sua capacità di sapere costantemente dove ti trovi ​​ogni momento del giorno e della notte è necessaria, dice Facebook perchè :

ci aiuta a migliorare gli annunci e a proteggere te e la comunità di Facebook con funzioni come Trova Wi-Fi e Amici nelle vicinanze.

Quindi, per chiarire la questione ed evitare ogni dubbio, gli utenti vengono avvisati che se proteggono la loro privacy, questo potrebbe avere un effetto negativo sulla capacità di Facebook di indirizzare gli annunci e monetizzare i dati degli utenti. 

Il tutto detto senza nemmeno una traccia di ironia sapete?

La privacy è diventata un nuovo strumento di marketing. 

Le nuove versioni del sistema operativo di Google e Apple includono impostazioni che consentono agli utenti di “controllare quando condividi la posizione del tuo dispositivo con app come Facebook”, ha spiegato Paul McDonald, direttore dell’ingegneria della geolocalizzazione di Facebook. 

In pratica, ciò significa che i nuovi sistemi operativi Android e iOS “includono aggiornamenti su come è possibile visualizzare e gestire la propria posizione”.

Android 10 consente ad un utente di selezionare se la sua posizione precisa è visibile a Facebook anche quando non utilizza l’app. 

Ciò significa che “se stai già utilizzando la condivisione della posizione in background, questo aggiornamento potrebbe non sincronizzare la geolocalizzazione fra Android e Facebook”.

In pratica, il rischio è che la prominenza della nuova impostazione vedrà gli utenti adottare, per la prima volta, la condivisione della geolocalizzazione in tempo reale. Anzichè approfondire il pannello delle impostazioni di Facebook e scegliere un’altra impostazione.

Con iOS 13, è ancora più complesso. Offrendo agli utenti una scelta più ampia su quando e come condividere le informazioni di tracciamento, specialmente in background. 

E c’è la nuova allettante impostazione “consenti una volta” che dà ad un’app la possibilità di geolocalizzare un utente per un singolo istante, a meno che non venga concessa un’ulteriore autorizzazione.

Se stai usando iOS 13, inizierai a ricevere notifiche su quando un’app utilizza la geolocalizzazione in background e quante volte un’app ha avuto accesso a tali informazioni.

avverte Facebook.

iOS 13 includerà anche una mappa dei dati sulla posizione che un’app ha ricevuto e una spiegazione del perché l’app utilizza quel tipo di posizione.

Hai il controllo della geolocalizzazione in tempo reale su Facebook.

Facebook promette che:

Continuerà a semplificare il ​​controllo di come e quando condividi la tua posizione, è una promessa.

La domanda ora riguarda quanto gli utenti tengano davvero alla loro privacy rispetto alla moltitudine di funzioni che possono ottenere rinunciandovi.

La scia distruttiva di violenze che ha colpito Facebook e il resto dei social media dallo scorso anno ha iniziato (finalmente) a focalizzare le menti degli utenti sulla privacy e su ciò che viene condiviso. 

Questo va oltre il tracciamento della posizione, ai modi subdoli in cui siamo tutti tracciati su siti Web e app, servizi e dispositivi.

Questo è un passo nella giusta direzione. Consiglierei a tutti gli utenti di sbagliare dal lato della cautela e non della convenienza quando condividono i loro dati. 

Ti viene offerto un maggiore controllo sulla tua privacy, usalo!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Google conferma il problema di sicurezza Gmail per 1,5 miliardi di utenti

Leggi Prossimo

Apple iPhone 11 Vs iPhone 11 Pro : che differenza c’è?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial