• 27 Novembre 2022

Il prototipo di SpaceX Starship crolla nel terzo test fallito

prototipo SpaceX Starship
Condividi su:

Andare nello spazio è difficile e ora abbiamo un altro promemoria di questo triste fatto, poiché un prototipo del razzo SpaceX Starship è crollato su se stesso durante gli ultimi test, in quello che ora è il terzo incidente del programma .

Il video dell’incidente, catturato da NASA Spaceflight, mostra la parte superiore del veicolo prototipo SN3 che perde la sua integrità strutturale, facendola crollare. Il test fallito è avvenuto intorno alle 3:00 del 3 Aprile 2020 presso la struttura di test di SpaceX a Boca Chica, in Texas, riferisce SpaceNews.

L’esplosione è avvenuta mentre l’azoto liquido veniva versato nei serbatoi del propellente del razzo, secondo SpaceNews.

Una volta sviluppato, SpaceX intende utilizzare la piattaforma Starship per trasportare passeggeri e merci nell’orbita terrestre, sulla Luna e su Marte. Il razzo sarà diverso da qualsiasi altra cosa vista prima, in grado di trasportare fino a 100 passeggeri. L’astronave sarà un veicolo ibrido, fungendo sia da secondo stadio di un sistema di lancio riutilizzabile (uno SpaceX Super Heavy fornirà il primo stadio) sia da veicolo spaziale indipendente.

E’ il terzo tentativo fallito

Questo è ora il terzo test fallito di un prototipo di astronave da quando il progetto è iniziato alla fine dell’anno scorso. Il 20 novembre 2019, il prototipo Mk1 ha fatto saltare la sua cima durante un test di pressione criogenica. Quell’esplosione avvenne mentre il razzo veniva alimentato con ossigeno liquido. E il 28 febbraio 2020, il prototipo SN2 è esploso alla base, sempre durante un test di pressurizzazione criogenica.

In un tweet, Elon Musk ha affermato che il suo team deve esaminare i dati per capire cosa è successo, ma “questo potrebbe essere stato un errore di configurazione del test”. In un tweet precedente , il CEO di SpaceX ha dichiarato che “SN3 ha superato il test della pressione ambiente la sera prima”, prima dei test criogenici.

Con quest’ultima battuta d’arresto, un test antincendio statico di Starship SN3 probabilmente non andrà avanti come previsto. Né possiamo aspettarci presto un test simile a quelli eseguiti dal prototipo Starhopper, che è salito a un’altezza di 150 metri prima di tornare in superficie. Non è anche chiaro se SpaceX raggiungerà il suo obiettivo mirato di eseguire voli di prova orbitali su Starship entro la fine dell’anno.

Quando si tratta di test falliti , Musk ha mostrato un’enorme quantità di pazienza. Ciò dovrà continuare, dato l’inizio approssimativo di questo ambizioso progetto.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Il coronavirus può diffondersi nell’aria? Ecco cosa dicono gli esperti

Leggi Prossimo

Il 5g diffonde il coronavirus: Ecco l’ultima bufala del web

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial