• 14 Giugno 2024

Lo sciopero per il clima è diventato globale

sciopero per il clima

lo sciopero per il clima diventa globale

Condividi su:

Oggi, gli studenti di tutto il mondo si sono svegliati sapendo che a un certo punto tra matematica, inglese, biologia o qualche altra materia, si alzavano e uscivano per strada. Dalla minuscola isola di Vanuatu all’Europa fino agli Stati Uniti, il movimento contro i cambiamenti climatici è ufficialmente un fenomeno globale.

Fino a un milione di studenti in 123 paesi : lo sciopero per il clima è una realtà.

Le loro ragioni sono diverse , ma il tema di fondo è questo: sono la prima generazione a crescere pienamente consapevoli di soffrire dei cambiamenti climatici. E si rifiutano di accettarlo.

“Questo movimento doveva partire, non avevamo scelta”, hanno scritto i leader dello sciopero nel Guardian . “Questi scioperi stanno accadendo oggi – da Washington DC a Mosca, da Tromsø a Invercargill, da Beirut a Gerusalemme, da Shanghai a Mumbai – perché i politici ci hanno deluso”.

Le manifestazioni giovanili si sono diffusei in Europa e in Australia per mesi, mentre gli studenti si sono coalizzati dietro la giovane svedese Greta Thunberg che ha iniziato a manifestare in agosto. Ma il venerdì ha segnato un’enorme escalation con massicci scioperi in programma in tutti i continenti, compreso uno sciopero di solidarietà in Antartide.

Il sole sorto prima sul Pacifico, dove studenti in Australia, Nuova Zelanda e piccole nazioni insulari hanno abbandonato la scuola. Da allora, gli scioperi di massa si sono diffusi dalla Corea del Sud all’India in Nigeria nelle maggiori capitali europee. A Stoccolma, circa 10.000 studenti hanno premuto contro le barricate come un concerto rock per vedere la Thunberg, ben lontano dal suo sciopero solitario iniziato sette mesi fa.

A Torino, migliaia hanno cantato “We Will Rock You”.

A Dakar, gli studenti si sono riuniti all’ombra sotto il sole cocente. A Zurigo, si sono rannicchiati sotto gli ombrelloni sotto la pioggia.

E mentre il sole sorge sul Nord America, il movimento sta atterrando negli Stati Uniti. Per mesi,i manifestanti solitari in tutto il paese hanno seguito il comando di Thunberg, ma hanno chiesto ad altri di unirsi a loro venerdì. Più di 400 proteste sono pianificate in ogni stato.

Gli scioperi hanno attratto un’ampia gamma di supporto. Gruppi ambientalisti affermati, giovani come il Sunrise Movement e l’Extinction Rebellion, e gli scienziati hanno sostenuto gli studenti. Quest’ultimo aspetto è particolarmente degno di nota in quanto non è come se gli scienziati fossero conosciuti per essere dei burloni, ma la realtà è che le richieste degli studenti sono molto in linea con la migliore scienza disponibile. Più di 240 scienziati hanno firmato una lettera di solidarietà rilasciata giovedì.

“Sono un po ‘irritato dal fatto che gli studenti siano quelli che sentono di doverlo fare” , ha detto a Earther Kate Marvel, una scienziata del clima che ha guidato una lettera di solidarietà degli scienziati . “Queste sono persone che non possono ancora votare. Non possiamo lasciar risovere questo problema ai bambini . Questo è qualcosa che gli adulti devono affrontare “.

Il movimento non riguarda l’approvazione di politiche specifiche. Si tratta di immaginare un futuro migliore e chiedere agli adulti di fare tutto il possibile per tenere sotto controllo il riscaldamento globale.

“I nostri leader e adulti oggi non saranno con noi quando si sentirà parlare del peggiore dei cambiamenti climatici, ma la mia generazione è qui”,

ha detto a Earther Kallan Benson, un attaccante di Annapolis.

“Sentiremo gli effetti. Noi saremo quelli colpiti. Ecco perché sto agendo. Siamo disposti ad interrompere le nostre vite perché questa è la cosa più importante che possiamo fare per prepararci al nostro futuro “.

In effetti, l’ampiezza degli scioperi mette a nudo l’ingiustizia del cambiamento climatico. Gli adulti hanno avuto decenni per agire per ridurre le emissioni di carbonio e ridurre i rischi di un cambiamento climatico che decolla. Invece, le emissioni sono aumentate, raggiungendo un nuovo picco lo scorso anno anche se gli impatti dei cambiamenti climatici sono diventati sempre più chiari.

I giovani adulti che non hanno voce in capitolo nell’attuale sistema politico sono nati in questo mondo e costretti a guardare mentre i negazionisti del clima tengono in ostaggio la politica degli Stati Uniti e le promesse ai colloqui sul clima internazionale vengono ripetutamente infrante o annacquate . È come guardare qualcuno che ha dato fuoco alla tua casa, e gli scioperi sono un modo per dare l’allarme.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Facebook ci deve una spiegazione sul suo black-out

Leggi Prossimo

Facebook ha rimosso oltre 1.5 milioni di video delle riprese in Nuova Zelanda

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial