• 22 Maggio 2024

Facebook ha rimosso oltre 1.5 milioni di video delle riprese in Nuova Zelanda

Strage nella moschea in Nuova Zelanda

Ash Mohammed, a destra, parla con un agente di polizia di suo padre e di due fratelli che mancano vicino alla moschea Masjid Al Noor, sede di uno dei massicci sparati in due moschee a Christchurch, Nuova Zelanda, sabato 16 marzo 2019.(AP Photo/Mark Baker)

Condividi su:

I giganti di Internet hanno fatto a gara per togliere copie dei video della strage in Nuova Zelanda dai loro siti e Facebook ha rimosso 1.5 milioni di video e sta illustrando quanto sia stato difficile quel compito. Mia Garlick di Facebook in Nuova Zelanda ha rivelato che il social network ha rimosso i video dell’attacco in tutto il mondo nelle prime 24 ore, di cui 1.2 milioni sono stati fermati nella fase di caricamento. Ciò include le versioni modificate per rimuovere i filmati grafici delle riprese, ha detto Garlick, poiché l’azienda vuole sia rispettare le persone colpite dagli omicidi sia le

“preoccupazioni delle autorità locali”.

Il tiratore indossava una telecamera montata sulla testa per il livestream dell’attacco, e nei suoi post social e manifesto ha suggerito che voleva stimolare le tensioni che sostenevano il suo programma anti-immigrati. C’è stata la preoccupazione che la diffusione del video offrisse all’assassino l’esposizione che desiderava oltre a traumatizzare gli spettatori.

Mentre il tasso di rimozione suggerisce che Facebook sta avendo un certo successo nel ritirare il video, mostra anche quanto possa essere difficile contenere la diffusione di materiale come questo.

Circa 300.000 copie sono arrivate sul sito prima che venissero tolte.

L’attuale mix di automazione e moderazione umana della società può fare tanto solo finchè un video è caricato così com’è mentre ha difficoltà con le modifiche che possono aggirare i filtri del contenuto. Facebook e altre aziende internet potrebbero finire per rivedere i loro metodi di filtro per vedere se possono velocizzare le rimozioni video e rendere più difficile la diffusione di filmati come questo .

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Lo sciopero per il clima è diventato globale

Leggi Prossimo

Ci sono conferme sul brutto design per il nuovo iPhone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial