• 22 Aprile 2024

Come scrivere email? Rendi efficace ogni messaggio di posta

lavori
Condividi su:

La diffusione della posta elettronica sta diventando sempre più difficile poiché le persone sono stanche delle e-mail quotidiane non richieste. Ecco come scrivere email e come generare risultati migliori con il tuoi messaggi di posta elettronica.

La fatica delle email è reale: le persone si stancano di aprire l’ennesimo messaggio di posta elettronica, in particolare persone come blogger e giornalisti che sono bombardati da email a raffica.

Gli editori sono scettici nei confronti delle persone che cercano link, i blogger famosi hanno più offerte di quelle che possono gestire e gli influencer sono troppo occupati per dare una possibilità alla tua email.

Fortunatamente, ci sono alcuni piccoli trucchi su come scrivere email che puoi usare per semplificare le cose e aiutarti a ottenere più risposte.

Non inviare email da uno strumento di outreach

So che lo standard dell’industria in generale prevede di utilizzare sempre un qualche tipo di piattaforma di email outreach per essere in grado di inviare centinaia di email al giorno. La maggior parte dei responsabili di outreach ti diranno che non puoi avere una campagna di email outreach di successo senza ottimizzarla con gli strumenti (e me l’hanno effettivamente detto).

Quando non sei un responsabile di outreach professionale, e quando fai outreach per i clienti, è probabile che questo sia vero. Ma quando ti rivolgi alle persone a nome della tua attività o del tuo progetto, fai in modo che il tuo team lo faccia manualmente.

Sì, ci vorrà più tempo, ma la ricompensa saranno relazioni più specifiche.

In qualche modo gli strumenti rendono tutto troppo veloce e impersonale. Automatizzi praticamente tutto e passi da un contatto all’altro senza prestare molta attenzione.

Quando invii manualmente, conosci meglio ogni contatto. Dedichi del tempo a leggere il loro sito o il loro cv. Potresti persino cliccare sui loro link sui social media e seguirli. Dedichi del tempo a personalizzare la tua email con alcuni dettagli interessanti.

Le persone rispondono meglio a queste email. Sembra sempre che ci sia un tocco davvero personale. Non puoi fingere.

Crea una firma email dettagliata

Chiedi al tuo personale di sensibilizzazione di impostare le loro firme email che menzionino la tua attività, la loro posizione e magari i tuoi account sui social media.

Questo è un ottimo modo per dimostrare che rappresenti un marchio affidabile e con cui puoi lavorare. Rende facile per l’editore che stai cercando di raggiungere, fare un po’ di ricerca su di te in anticipo e sapere che non stai nascondendo nulla.

È anche una buona idea includere una sorta di soft CTA nell’oggetto della tua email. Ad esempio, puoi invitare i tuoi potenziali clienti a iscriversi alla tua newsletter . In questo modo ci sarà un ulteriore funnel di conversione per chi non se la sentiva di rispondere subito.

Fai dei test sul contenuto della tua email

Questo passaggio non può mai essere perfezionato perché non ci sono limiti al miglioramento del tasso di risposta. Basta provare argomenti diversi e copiare idee per cercare di convincere più persone a notare la tua email.

Chiedere a ChatGPT l’oggetto dell’e-mail e le idee per il contenuto è un buon modo per trarre ispirazione!

Tieni traccia delle tue aperture di posta elettronica

Esistono alcuni strumenti che tengono traccia di determinate email per vedere se sono state aperte o meno. Hai il controllo di quali email desideri monitorare in modo da non essere sovraccaricato di informazioni e questi strumenti funzionano con Gmail, Outlook e persino alcune piattaforme di posta elettronica meno popolari.

Ne sto usando uno chiamato Mailtrack, che mostra un’icona diversa una volta aperta la tua email.

Se un’email è stata aperta, riceverai una notifica nella parte superiore dello schermo. Puoi anche organizzare i tuoi messaggi inviati per mostrare solo le email non aperte che stai monitorando. Puoi “silenziare” una conversazione quando vuoi e ci sono molte impostazioni personalizzabili.

Questo è un modo eccellente per vedere dove dovresti focalizzare la tua attenzione. Se sai che qualcuno ha aperto la tua e-mail e non ha risposto, significa che probabilmente ne riconoscerà una seconda e potrebbe essersi dimenticato di rispondere. Non vuoi essere prepotente, ma questo ti aiuta a vedere dove potrebbero trovarsi le tue opportunità.

Perfeziona la tua strategia di follow-up

La vita è frenetica, quindi la tua email potrebbe non essere notata da coloro che altrimenti la troverebbero utile. Il follow-up è parte integrante di qualsiasi attività di email marketing.

Gmail è dotato di alcune funzioni interessanti che ti aiutano a seguire manualmente il Follow-Up. Ad esempio, ti ricorderà automaticamente le email senza risposta dopo alcuni giorni. Puoi anche posticipare le tue email per ricordartele quando sarà il momento. Per abilitare il posticipo:

  • Seleziona l’email che desideri posticipare.
  • Fare clic sul pulsante Posticipa in cima all’elenco
  • Scegli una data e un’ora per riportare quell’email nella parte superiore della tua casella di posta.
  • Posticipa le email

Puoi trovare le email posticipate nella scheda apposita su Gmail.

Quando si tratta di follow-up, un po’ di automazione non guasta, quindi puoi utilizzare una delle tante soluzioni di follow-up che funzionano su Gmail o sul tuo client di posta elettronica.

È sempre una buona idea inviare un ping a quella persona su Twitter. Questo ti farà sembrare reale e probabilmente aiuterà il tuo lead a ricordarti e a trovare la tua email nella posta in arrivo. Ovviamente, puoi farlo solo per quei contatti che sono molto importanti per te.

Usa le etichette per creare cartelle con le tue campagne

Ci sono sicuramente diversi modi in cui puoi creare la tua campagna email, ma ci sono anche metodi che puoi utilizzare che sono direttamente correlati alla tua interfaccia email che possono aiutarti a rimanere organizzato se li usi nel modo giusto. Usare le etichette è uno di quei metodi.

Questo è un altro modo per rimanere organizzati se stai cercando di trovare diverse opportunità. Mentre continui a presentare diversi editor, puoi creare un’etichetta per ordinare tutte le tue email. Avrai già etichette di sistema, come Posta in arrivo, Speciali, Inviati, ecc., nonché Categorie, come Social, Aggiornamenti, ecc., ma hai la possibilità di creare etichette personalizzate.

Se raggruppi le email utilizzando etichette basate sulla campagna, puoi tenerle lontane dalle altre email di lavoro e avere un posto specifico in cui vedere tutti coloro che hai provato a contattare all’interno di ogni campagna; aiutandoti così a sapere quando è il momento di inviare un’email di follow-up.

Conclusioni

La diffusione delle email è ancora il modo più efficace per generare backlink, creare contatti di nicchia e creare consapevolezza del marchio . Si spera che i suggerimenti di cui sopra renderanno il tuo lavoro più facile e produttivo.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Gli 11 migliori motori di ricerca di immagini [e come usarli]

Leggi Prossimo

Signal o Telegram? 3 cose da sapere prima di lasciare WhatsApp

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial