• 22 Maggio 2024

I più ricchi del mondo contrastano il coronavirus in questo modo

ricchi contrastano il coronavirus
Condividi su:

Mentre la pandemia di Covid-19 ha raggiunto quasi ogni angolo del pianeta, alcuni dei più ricchi del mondo contrastano il coronavirus in molti modi, per la maggior parte con donazioni agli ospedali e alla ricerca.

Alcuni magnati della tecnologia, come Bill Gates, stanno donando milioni di dollari per aiutare la ricerca sui vaccini e sulle malattie. Altri, come Richard Branson, hanno chiesto ai loro dipendenti di farsi carico di una parte dell’onere finanziario.

Roman Abramovich

Il proprietario del Chelsea pagherà per il personale del NHS presso lo Stamford Bridge Millennium Hotel , che si trova dietro l’angolo dal Westminster Hospital.

Roman Abramovich
Roman Abramovich

Massimiliana Landini Aleotti

Landini Aleotti e i suoi tre figli possiedono Menarini, una delle più grandi aziende farmaceutiche italiane. Fra i ricchi che contrastano il coronavirus, la società ha annunciato il 19 marzo che avrebbe convertito una linea di produzione nello stabilimento di Firenze per produrre gel disinfettante che sarà distribuito gratuitamente all’agenzia di protezione civile italiana.

Giorgio Armani

Il gruppo Armani dello stilista è stata una delle prime aziende ad adottare misure per arrestare la diffusione dell’epidemia, decidendo di tenere la sfilata della settimana della moda di Milano il 23 febbraio a porte chiuse.

Giorgio Armani
Giorgio Armani

Il 26 marzo, il Gruppo Armani ha convertito tutta la produzione nelle sue fabbriche italiane per produrre tute mediche monouso. Armani ha donato circa 2,2 milioni di dollari (2 milioni di euro) agli ospedali di Milano, Roma, Bergamo, Piacenza e Versilia e all’agenzia di protezione civile italiana.

Bernard Arnault

Il magnate dei beni di lusso sta convertendo tre fabbriche di profumi LVMH per produrre disinfettante per le mani. Sarà distribuito gratuitamente alle autorità francesi e al più grande sistema ospedaliero europeo.

LVMH si è impegnata a fornire alla Francia almeno 40 milioni di maschere , pagando circa 5,4 milioni di dollari (5 milioni di euro) per la consegna della prima settimana.

Giuliana, Luciano e Sabrina Benetton

Il braccio di investimento della famiglia Benetton, Edizione Srl, ha donato circa $ 3,2 milioni (3 milioni di euro) agli ospedali di Milano, Roma e nella città nord-orientale di Treviso.

Silvio Berlusconi

Il tre volte primo ministro italiano e attuale deputato al Parlamento europeo ha donato 10,7 milioni di dollari (10 milioni di euro) alla regione Lombardia, destinata al nuovo ospedale che sarà costruito nell’ex quartiere fieristico di Fiera Milano a Milano .

Silvio Berlusconi
Silvio Berlusconi

Patrizio Bertelli, Miuccia Prada

Fra i ricchi che contrastano il coronavirus, i co-CEO del titano della moda Prada hanno annunciato di aver donato due unità di terapia intensiva e rianimazione ciascuna agli ospedali Vittore Buzzi, Sacco e San Raffaele di Milano.

Jeff Bezos

Il suo gigante della vendita al dettaglio ha investito $ 20 milioni nell’iniziativa di sviluppo diagnostico AWS per portare più rapidamente i test COVID-19 sul mercato.

Jeff Bezos
Jeff Bezos

Amazon sta assumendo 100.000 nuovi dipendenti a tempo pieno e part-time negli Stati Uniti per far fronte all’aumento della domanda e all’aumento dei salari con ulteriori $ 2 / ora in America e aumenti dei pagamenti in tutto il mondo.

Amazon ha anche donato $ 1 milione a fondi di emergenza COVID-19 nella regione di Washington, DC, ha creato un fondo di soccorso di $ 5 milioni per le piccole imprese e ha contribuito con $ 1 milione a una nuova fondazione di Seattle per aiutare le persone colpite da COVID-19.

Il 20 marzo, quattro senatori hanno inviato una lettera a Bezos esprimendo preoccupazione per il fatto che la società non stava facendo abbastanza per proteggere i lavoratori del magazzino da COVID-19.

Michael Bloomberg

Il miliardario dei media ha lanciato un’iniziativa da 40 milioni di dollari per prevenire o rallentare la diffusione di COVID-19 nei paesi a basso e medio reddito.

Michael Bloomberg
Michael Bloomberg

Bloomberg Philanthropies sta collaborando con l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’organizzazione sanitaria globale Vital Strategies. Il 23 marzo, la fondazione di Bloomberg e la National League of Cities hanno lanciato un Local Action Tracker per raccogliere e condividere le azioni intraprese dai leader statunitensi in risposta a COVID-19.

Richard Branson

Dopo essere stato messo alla gogna per aver chiesto al personale della sua compagnia aerea Virgin Atlantic di prendere otto settimane di ferie non retribuite , il 22 marzo Branson , uno dei ricchi che contrastano il coronavirus, ha annunciato che Virgin Atlantic avrebbe fornito 250 milioni di dollari nei prossimi mesi per supportare i suoi oltre 70.000 dipendenti.

Richard Branson
Richard Branson

Nicola e Paolo Bulgari

Il gioielliere di lusso Bulgari, precedentemente di proprietà dei fratelli miliardari fino a quando non hanno venduto una partecipazione di controllo di LVMH di Bernard Arnault per $ 5,2 miliardi nel 2011, hanno promesso una donazione all’Istituto Spallanzani di Roma.

Francesco Gaetano Caltagirone

Il ricco investitore e la sua holding, il Gruppo Caltagirone, hanno donato circa 1,1 milioni di dollari (1 milione di euro) all’Istituto Spallanzani e all’ospedale Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma.

Giovanni Ferrero, Maria Franca Fissolo

Giovanni Ferrero e sua madre possiedono il famoso produttore di dolciumi Ferrero, i cui prodotti iconici includono cioccolatini, Nutella e Kinder, e secondo quanto riferito l’azienda di proprietà della famiglia ha dato $ 10,7 milioni (10 milioni di euro) alla commissione di emergenza nazionale del governo italiano per combattere il coronavirus.

Luca Garavoglia

Gruppo Campari, produttore di alcolici, di cui è amministratore delegato Luca Garavoglia, ha annunciato una donazione di circa 1,1 milioni di dollari (1 milione di euro) al gruppo di ospedali Fatebenefratelli Sacco di Milano.

Bill Gates

Fra i ricchi che contrastano il coronavirus, il cofondatore di Microsoft ha annunciato il 5 febbraio che la Fondazione Bill e Melinda Gates avrebbe impegnato $ 100 milioni per aiutare il rilevamento globale, l’isolamento e il trattamento di COVID-19.

Bill Gates
Bill Gates

Più della metà sarà destinata allo sviluppo di vaccini, terapia e diagnostica. Ha anche chiesto un sistema di localizzazione nazionale per coronavirus negli Stati Uniti durante un AMA Reddit.

Kylie Jenner

La famosa influencer e imprenditrice dei cosmetici ha donato $ 1 milione al Cedars Sinai Medical Center di Los Angeles, che verrà utilizzato per acquistare migliaia di maschere e altri dispositivi di protezione individuale, secondo l’OB-GYN di Jenner, Thaïs Aliabadi.

Kylie Jenner
Kylie Jenner

Aerin, Jane, Leonard, Ronald e William Lauder

La fondazione di beneficenza per la società di cosmetici della famiglia Lauder ha contribuito a un fondo da $ 75 milioni per le organizzazioni non profit di New York ; altri donatori includono Michael Bloomberg, Jon Stryker e Ken Griffin.

La fondazione ha inoltre concesso una sovvenzione di 2 milioni di dollari a Medici senza frontiere. Il governatore Andrew Cuomo ha annunciato il 25 marzo che Est é e Lauder donerà ogni settimana 10.000 bottiglie di disinfettante per le mani allo stato di New York.

Ralph Lauren

La fondazione benefica del suo omonimo marchio di abbigliamento ha impegnato 10 milioni di dollari in aiuti umanitari. Parte del contributo sarà dato al Council of Fashion Designers of America (CFDA) per supportare i professionisti della moda americana colpiti dalla pandemia.

Ralph Lauren ha anche annunciato il 26 marzo che sta iniziando la produzione di 250.000 maschere e 25.000 tute isolanti.

Jack Ma

Il cofondatore di Alibaba ha promesso $ 14 milioni per aiutare a sviluppare un vaccino COVID-19. Il 13 marzo ha annunciato che donerà anche 500.000 kit di test e 1 milione di maschere agli Stati Uniti, con la prima spedizione che lascerà Shanghai il 15 marzo .

Jack Ma
Jack Ma

Jack Ma, fra i ricchi che contrastano il coronavirus in modo più incisivo, ha inviato forniture e test medici in Italia e in molti altri paesi in Africa , America Latina e Asia . La sua fondazione e la fondazione aziendale di Alibaba hanno anche istituito il Global MediXchange for Combating COVID-19 per aiutare i medici di tutto il mondo a condividere le migliori pratiche durante la pandemia.

Massimo Moratti

Moratti è il maggiore azionista ed ex CEO di Saras, la più grande raffineria di petrolio d’Italia.

Massimo Moratti
Massimo Moratti

La compagnia ha donato all’incirca $ 215.000 (200.000 euro) all’Azienda Ospedaliera G. Brotzu, vicino a Cagliari, in Sardegna, e ha anche contribuito agli ospedali Fatebenefratelli Sacco e Niguarda di Milano.

Elon Musk

Musk, proprietario di Tesla, che in precedenza aveva liquidato il panico del coronavirus come “stupido”, ha twittato che Tesla avrebbe “creato ventilatori in caso di carenza”.

Elon Musk
Elon Musk

Da allora Musk ha acquistato e donato 1.000 ventilatori per gli ospedali di Los Angeles e ha fornito maschere N95 al Medical Center dell’Università di Washington eColumbia University Irving Medical Center .

Renzo Rosso

La fondazione Only the Brave di Renzo Rosso ha sollecitato donazioni per aiutare gli ospedali delle città più piccole in Italia, che hanno ricevuto meno sostegno delle loro controparti in grandi centri come Milano e Roma.

Renzo Rosso
Renzo Rosso

L’impero della moda di Rosso, OTB (i marchi dell’azienda comprendono Diesel, Maison Margiela e Marni) ha negozi chiusi in Europa e negli Stati Uniti, ma è ancora aperto agli affari in Cina e altrove in Asia.

Donald Trump

Il primo presidente miliardario americano ha dichiarato il coronavirus un’emergenza nazionale il 13 marzo. L’amministrazione Trump ha ripetutamente minimizzato la gravità dell’epidemia di COVID-19 ed è stata lenta nell’attuare i test per il virus.

Donald Trump
Donald Trump

Quando gli è stato chiesto durante una conferenza stampa, il presidente Trump ha rifiutato di assumersi qualsiasi responsabilità per l’implementazione fallita dei test. Secondo quanto riferito, ha licenziato il personale dei suoi hotel a New York, Las Vegas e Washington, DC Il 23 marzo, il presidente ha proposto di allentare le restrizioni per rilanciare l’economia in settimane, anziché i tre o quattro mesi raccomandati dai medici e dagli esperti di sanità pubblica in per salvare quante più vite possibile.

Mark Zuckerberg

La sua Chan Zuckerberg Initiative sta lavorando con l’UC San Francisco e la Stanford University per quadruplicare la capacità di test e diagnostica della Bay Area, incluso l’acquisto di due macchine diagnostiche approvate dalla FDA.

Mark Zuckerberg
Mark Zuckerberg

Il 17 marzo, Facebook ha annunciato una sovvenzione di $ 100 milioni per aiutare le piccole imprese colpite da COVID-19. Il colosso dei social media si è anche impegnato a donare 20 milioni di dollari in donazioni alla Fondazione delle Nazioni Unite, all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e ai Centri statunitensi per il controllo delle malattie (CDC).

Il 21 marzo, Zuckerberg ha annunciato che Facebook avrebbe donato la sua riserva di emergenza di 720.000 maschere agli operatori sanitari – acquistate nel caso in cui fossero continuati gli incendi in California – e avrebbe lavorato per procurarsene altri milioni da donare.

Se volete segnalare qualche altro “ricco” del pianeta con la sua iniziativa a supporto della lotta al Covid-19 potete farlo nei commenti qui sotto.

Non è scontato che chi è ricco sia anche generoso e doni del denaro per una causa comune, fa comunque piacere che ci siano tante iniziative importanti in un momento così difficile, andrà tutto bene!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Impatto del coronavirus su annunci Google e vendite affiliate

Leggi Prossimo

Le aziende usano il marketing digitale per sopravvivere al coronavirus

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial