• 22 Luglio 2024

Perchè i telefoni esplodono? Si può evitare? Come?

Condividi su:

I telefoni esplodono raramente ed è improbabile che il tuo smartphone esploda, ma non impossibile. Non c’è molto che puoi fare se la colpa è dell’hardware scadente, ma questi suggerimenti possono aiutare a evitare che il tuo smartphone vada letteralmente “in fumo”.

A volte gli smartphone esplodono. Di recente, un volo dell’Alaska Airlines è stato evacuato dopo che un Samsung Galaxy A21 ha preso fuoco , un Galaxy A02 ha causato un incendio in una casa a Glasgow, un dispositivo è esploso nella tasca di un uomo in Vietnam e una batteria è esplosa nella mano di un uomo in Cina.

La probabilità che il tuo smartphone esploda è scarsa, ma succede, come dimostrato dal fiasco del Galaxy Note 7 di Samsung alcuni anni fa. Ma perché succede e cosa puoi fare per evitarlo?

Perché gli smartphone esplodono?


Ci sono molte ragioni per cui uno smartphone può prendere fuoco o esplodere e quasi sempre ha a che fare con la batteria del dispositivo. I moderni dispositivi mobili sono alimentati da batterie agli ioni di litio, che contengono un attento equilibrio di elettrodi positivi e negativi per consentire la ricarica. Quando qualcosa va storto, i componenti interni della batteria possono rompersi e creare una reazione volatile che può portare a incendi.

Questo può accadere per diversi motivi, ma il problema più comune è il calore eccessivo. Se una batteria in carica o un processore sovraccaricato si surriscalda troppo rapidamente, può rovinare la composizione chimica dei componenti del telefono. Con le batterie, una reazione a catena chiamata instabilità termica può far sì che la batteria generi ancora più calore e alla fine prenda fuoco o esploda.

Il motivo del surriscaldamento del telefono varia. I danni fisici, del tipo subito da una caduta o da un eccessivo piegamento, possono interrompere il funzionamento interno della batteria. Lasciare il telefono al sole per troppo tempo, il malware che sovraccarica la CPU o un problema di ricarica possono causare cortocircuiti all’interno del dispositivo.

Oppure potrebbe essere qualcosa al di fuori del tuo controllo diretto. Le batterie si degradano nel tempo, quindi se un dispositivo è stato utilizzato per diversi anni, è possibile che i componenti interni si deteriorino, causando rigonfiamenti e surriscaldamento. Oppure la colpa potrebbe essere di un problema con la produzione del telefono, di cui non puoi davvero tenere conto.

Segnali di avvertimento

Potresti non ricevere un avviso, ma se senti suoni sibilanti o scoppiettanti provenire dal telefono o odore di plastica o sostanze chimiche bruciate, potrebbe essere danneggiato e sul punto di esplodere. (Non avvicinare il viso, ovviamente.) Allo stesso modo, fai attenzione al calore eccessivo proveniente dal dispositivo, specialmente durante la ricarica. Se è bollente al tatto, scollegalo immediatamente.

Un altro grande segnale di avvertimento è una batteria gonfia , che può verificarsi se è stata danneggiata o se i componenti interni si sono deteriorati. Fai attenzione a eventuali cambiamenti nella forma del tuo dispositivo, inclusi uno schermo sporgente, una fenditura allargata o uno chassis dilatato che potrebbe impedire al telefono di stare perfettamente in piano.

La maggior parte degli smartphone moderni non ti consente più di rimuovere la batteria, quindi se sei preoccupato per il tuo dispositivo, spegnilo e portalo immediatamente in assistenza.

Puoi impedire al tuo telefono di esplodere?

black android smartphone on table
Photo by Tyler Lastovich on Pexels.com

Sebbene ci siano dei passaggi che puoi adottare per alleviare parte dello sforzo che potresti esercitare sulla batteria del tuo telefono, non c’è molto che puoi fare se il problema è un difetto di fabbricazione o una fonte di alimentazione che si degrada naturalmente. Le batterie devono essere rigorosamente testate per i componenti difettosi, ma le unità realizzate a basso costo possono presentare imperfezioni che possono causare il surriscaldamento del telefono. Non c’è una soluzione rapida quando si tratta di una costruzione scadente della batteria.

Nel caso del Note 7, la colpa era di un difetto di progettazione ; non c’era niente che il consumatore medio potesse fare per risolverlo. Tuttavia, ci sono diverse cose da fare e da non fare che possono aiutarti a mantenere ottimale la salute del tuo dispositivo ed evitare un incendio.

Usa una custodia per il telefono

Anche se non è comune, la caduta del telefono può danneggiare la batteria. Anche a un nostro collega è capitato che dopo averlo fatto cadere accidentalmente il suo smartphone sul pavimento, il telefono ha emesso un odore chimico e ha preso fuoco in pochi minuti.

white cellphones with brown casing on black background
Photo by Rann Vijay on Pexels.com

Non tutti i telefoni vanno a fuoco dopo una caduta, ma un modo per proteggere le parti interne del tuo dispositivo è coprirlo con una custodia per telefono, preferibilmente una con un bordo attorno al telefono. Queste custodie non sono così costose come una volta e anche le più economiche offrono più protezione di niente. A questo punto, non ci sono scuse per farne a meno.

Evita le temperature estreme

Probabilmente sai che il calore è il peggior nemico del tuo telefono, ma per quanto riguarda il freddo? La batteria del telefono è ottimizzata per funzionare entro un determinato intervallo di temperatura, tra 0 e 35 gradi Celsius. L’esposizione regolare della batteria a condizioni difficili può danneggiare i componenti all’interno e causare danni a lungo termine.

Ciò significa che dovresti evitare di lasciare il tuo dispositivo esposto alla luce diretta del sole, o sopra un radiatore caldo, per lunghi periodi di tempo, specialmente durante la ricarica. Dovresti anche evitare di congelarlo a temperature siberiane. Quindi non mettere il telefono nel congelatore, e non lasciarlo in macchina in giornate particolarmente fredde.

Non coprire il telefono mentre è in carica

Questo suona sciocco, ma posso attestarlo personalmente; non coprire il telefono con nulla mentre è in carica e non caricare il dispositivo sul letto.

L’opzione migliore è posizionare il telefono su una superficie piana e rigida, come un tavolo o una scrivania, quando è il momento di caricare il dispositivo. Per sicurezza, tieni il dispositivo lontano a superfici lussuose, fogli di carta e ogni genere di oggetto combustibile.

Gestisci bene la tua batteria

Ci sono molti miti sulla batteria là fuori. Ne abbiamo abbattuti molti , ad esempio l’idea che caricare il telefono durante la notte lo farà esplodere (non lo farà). Per i nostri scopi, ricorda che le batterie si deteriorano naturalmente nel tempo e il meglio che puoi fare è ritardare tale evento.

Ti consigliamo di mantenere il telefono carico tra il 30 e l’80% per la maggior parte del tempo (non c’è motivo di insistere sempre fino a raggiungere il 100%) e di astenersi dalla ricarica rapida durante la notte, se puoi evitarlo. Tuttavia, non preoccuparti troppo di questo; ci vorranno alcuni anni prima che la batteria si deteriori naturalmente. Se cambi telefono ogni anno o giù di lì, sarai a posto.

Usa il caricabatterie giusto

Il tuo dispositivo ha bisogno di tensione e corrente ottimali per caricarsi correttamente, quindi ti consigliamo di utilizzare il caricabatterie fornito nella confezione o di prenderne uno direttamente dal produttore del telefono. Ciò significa che se hai un telefono Samsung, acquista un cavo da Samsung; se hai un iPhone, procurati un cavo Lightning originale.

Inoltre, non dovresti mischiare e abbinare cavi e alimentatori perché diverse unità hanno diversi livelli di potenza. Potrebbe essere allettante risparmiare un po’ di soldi e comprare un caricabatterie economico da Amazon o usare qualunque cosa tu abbia in casa, ma questo è un buon modo per rovinare la batteria.

Se devi assolutamente procurarti un caricabatterie di terze parti, attieniti a un marchio noto come Anker e non a un’azienda senza nome solo perché è più economico. Puoi anche verificare se un cavo USB-C è certificato da USB-IF o un caricabatterie Lightning ha il badge MFi (che ne verifica l’autenticità). Potrebbe essere un po’ più costoso, ma ne varrà la pena a lungo termine.

Prenditi cura dei tuoi cavi

Una volta che hai un caricabatterie, devi prenderti cura dei tuoi cavi ; i cavi danneggiati possono causare problemi di ricarica e persino causare un rischio di incendio.

Ci sono alcune best practice che dovresti tenere a mente quando gestisci il caricabatterie del tuo telefono o qualsiasi cavo che si collega ai tuoi dispositivi. Evita di avvolgere i fili in modo troppo stretto e ricorda di scollegare il caricabatterie dalla presa effettiva invece di estrarlo dal cavo. Se il tuo attuale caricabatterie si logora o sembra essersi sciolto, è ora di procurarti un nuovo cavo.

Fai attenzione ai malware

Se vieni infettato da malware, il programma nefasto può intasare le risorse del tuo telefono per attività come il cryptomining, che può surriscaldare la batteria e potenzialmente danneggiare il telefono. Il tuo telefono funziona più lentamente di quanto dovrebbe? Si scalda senza una buona ragione? Ti ha colpito con pop-up ininterrotti? Potresti essere infettato da malware.

Grazie alla natura chiusa dell’App Store di Apple, l’iPhone tende ad essere meno suscettibile ai malware. Lo stesso non si può dire del Google Play Store, ma molte famose aziende di antivirus offrono app antivirus per Android come parte di abbonamenti multi-dispositivo.

Non preoccuparti, è improbabile che il tuo telefono esploda

Nonostante tutti questi avvertimenti e quanto comuni possano apparire nei notiziari, i telefoni che esplodono sono ancora estremamente rari. Quando il Galaxy Note 7 è stato richiamato da Samsung nel 2016, è stato riferito che solo circa 100 dei 2,5 milioni di unità spedite sono esplose. È più spaventoso di zero, ma se hai paura di rovinare il tuo telefono, ci sono problemi più comuni di cui preoccuparti.

E ricorda, i telefoni che esplodono rendono le aziende responsabili per i danni, quindi se c’è ancora un altro richiamo diffuso, è probabile che venga affrontato in tempi relativamente brevi. Ad esempio, Samsung ha rilasciato aggiornamenti software che hanno limitato la capacità della batteria del telefono prima di rendere il dispositivo completamente inutilizzabile come precauzione di sicurezza.

Un ultimo consiglio: Compra un estintore a polvere, non si sa mai!

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Il marketing online che cos’è? [Guida completa]

Leggi Prossimo

Una cultura aziendale positiva è la chiave per la crescita

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial