• 27 Settembre 2022

Come presentare i tuoi servizi su LinkedIn: 5 suggerimenti utili

servizi su LinkedIn
Condividi su:

LinkedIn è uno strumento eccellente per i liberi professionisti, ma come puoi massimizzare il tuo tempo sulla piattaforma? Come fai a presentare i tuoi servizi su LinkedIn?

Come libero professionista, puoi utilizzare LinkedIn in modo intelligente per trovare clienti, agenzie, aziende e professionisti che desiderano uilizzare i tuoi servizi.

Continua a leggere per scoprire come raccogliere le informazioni necessarie dai profili LinkedIn per trovare più clienti.

Come navigare nei profili LinkedIn per trovare più clienti

I profili LinkedIn hanno una sezione “Esperienza” che si presta bene alla ricerca di persone e aziende che hanno lavorato con altri candidati con le tue capacità. Questo potrebbe richiedere un po’ di tempo e fatica, ma puoi imparare a utilizzare LinkedIn in modo più efficace per migliorare la tua ricerca di lavoro e creare un elenco di potenziali clienti a cui proporre i tuoi servizi. Ecco come:

Trova profili simili al tuo

Ci sono molti modi per cercare profili simili al tuo. Il modo più semplice è cercare titoli di lavoro come Freelance Writer o Web Designer. In alternativa, puoi utilizzare un hashtag relativo alle competenze per visualizzare più profili che non verrebbero visualizzati nell’elenco dei titoli di lavoro. #scrittura e #bozza sono due esempi.

Se disponi di una vasta rete di contatti, naviga nelle loro reti per trovare più candidati che lavorano nel tuo campo e offrono servizi simili ai tuoi.

Esplora la cronologia del lavoro

Una volta che hai un elenco di profili, passa attraverso le loro sezioni “Esperienza” con un pettine a denti stretti. Prendi nota di tutte le agenzie, le aziende e le persone per cui hanno lavorato. Prendi nota solo delle aziende e delle persone che le hanno assunte per i servizi che offri.

A volte, le persone elencano anche progetti una tantum nella sezione In primo piano sui loro profili LinkedIn. Fai clic su questi collegamenti al progetto e vedi se riesci a capire con chi hanno collaborato. Prendi nota anche di queste aziende e individui.

Trova le pagine aziendali delle aziende e i profili dei responsabili delle assunzioni

Ora hai un elenco di potenziali aziende e persone che vogliono assumere. Se si tratta di un’azienda, trova la sua pagina aziendale di LinkedIn. Se trovi una pagina attiva, prova a trovare i responsabili delle assunzioni che lavorano per l’azienda. Cerca nella sezione Lavori e vedi se stanno assumendo attivamente. Esplora i siti Web aziendali e le pagine delle carriere per conoscere le pratiche di assunzione e i prerequisiti.

Se è un individuo, cerca il suo profilo LinkedIn e la cronologia del lavoro. Se riesci a trovare i loro altri profili sui social media come Twitter o Facebook, puoi scoprire se stanno lavorando a più progetti o assumendo persone come te.

Crea un breve elenco di aziende a cui proporre i tuoi servizi

Il passaggio 3 ti darà una buona idea di chi sta cercando di assumere, chi potrebbe essere un potenziale cliente e quali attività evitare. Sulla base di ciò che hai appreso, crea un foglio di calcolo con tutte le informazioni preziose che hai raccolto per tenere traccia dei tuoi progressi e semplificare il processo.

Puoi ordinare l’elenco in base a criteri come l’ambito del progetto, le dimensioni dell’azienda, la disponibilità di lavoro, lo stato dell’e-mail, le informazioni sull’azienda, ecc. Questo ti aiuterà ad abbreviare l’elenco ai candidati più probabili a cui presentare la domanda.

Invia presentazioni personalizzate ai profili selezionati

Se sei un membro LinkedIn Premium, puoi condividere la tua presentazione tramite la funzione InMail. Trovare un indirizzo di posta elettronica personale è ancora meglio in quanto non sarai limitato con i caratteri, anche se dovresti sempre mantenere brevi le tue mail.

I membri regolari, tuttavia, dovranno sfruttare al meglio il messaggio di richiesta di connessione con il limite di 300 caratteri. Scrivere un’e-mail efficace è la chiave per utilizzare saggiamente questo limite di parole. Ecco un esempio per iniziare:

Ciao [Nome],

Vedo che lavorate spesso con freelance [web designer/scrittori/…]. Sono un [Titolo di lavoro] in cerca di nuove opportunità e mi piacerebbe lavorare con voi al vostro prossimo progetto. Ho [X] anni di esperienza nel [vostro campo] e in precedenza ho lavorato con [imprese rilevanti].

Attendo un vostro riscontro.

[Il tuo nome]

Come puoi vedere dall’esempio sopra, stai iniziando il messaggio parlando di loro invece che di te stesso. In alternativa, puoi usare un gancio, come un interesse comune, per iniziare il messaggio.

Una volta che hai la loro attenzione, puoi passare al motivo per cui li stai contattando. Affermare il proprio caso in modo chiaro e conciso è un buon modo per mostrare schiettezza e professionalità.

Se necessario, puoi abbreviare il saluto finale a “Teniamoci in contatto!” e salta i tuoi titoli di studio per conformarti al limite di caratteri.

Cosa fare dopo?

Una volta che hai imparato come fare a cercare nuove prospettive di carriera , ricorda i seguenti punti:

  • Non fare spam: non inviare infinite e-mail di follow-up se non ricevi una risposta. Una buona regola pratica è inviare un gentile promemoria dopo cinque giorni e attendere che l’altra parte risponda. Se non lo fanno, pazienza.
  • Non fare sconti: hai speso molto tempo e sforzi per trovare nuovi clienti in questo modo. Non indebolire i tuoi sforzi abbassando le tariffe una volta ricevuta una risposta. La maggior parte dei responsabili delle assunzioni e dei professionisti del settore conosce il valore dei servizi professionali. Se rispondono alla tua presentazione, sono già interessati al tuo lavoro.
  • Sii accurato con le e-mail di follow-up: dopo aver ricevuto una risposta positiva, assicurati che la tua comunicazione successiva rimanga chiara e concisa. Rispondi a tutte le loro domande e preoccupazioni e solleva le tue in un unico messaggio. Solo perché ora sei in contatto non significa che puoi iniziare a spammarli con query casuali come e quando vuoi.

Suggerimenti per migliori tassi di conversione

La tua ricerca iniziale e i criteri per selezionare le aziende e le persone a cui proporre i tuoi servizi su LinkedIn determineranno il tuo tasso di conversione. Ecco alcuni suggerimenti per aumentare le tue possibilità di ottenere risposte positive:

  • Evita di presentare proposte ad aziende o profili che sono rimaste inattive per molto tempo, poiché le possibilità di ottenere una risposta sono molto basse.
  • Se la tua istruzione o esperienza non corrisponde agli standard di assunzione di un’azienda, non dovresti includerli nella tua lista.
  • Esplora i profili più vicini ai tuoi in termini di esperienza, istruzione, competenze e servizi per concentrarti sulla giusta serie di potenziali clienti. Iniziare con esperti del settore potrebbe non essere il modo migliore per partire.

Inizia a cercare potenziali clienti a cui proporre i tuoi servizi su LinkedIn

Questo è solo uno dei tanti modi in cui LinkedIn funge da repository di informazioni utili per trovare potenziali clienti. Puoi esplorarlo ulteriormente e saperne di più sui suoi vari strumenti di marketing per portare la tua carriera al livello successivo.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Tecnologia Blockchain : 6 cose che la tua azienda deve conoscere

Leggi Prossimo

Come diminuire i consumi per tutelare l’ambiente

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial