• 22 Maggio 2024

Vuoi ridurre lo spam nella tua email? Ecco come devi fare

Filtri Anti Spam

addestrare i Filtri Anti Spam

Condividi su:

L’email, che è semplice, conveniente ed economica, ha un aspetto negativo: i messaggi spam continuano a disturbare praticamente chiunque abbia una casella di posta. Mentre combattere contro la marea di posta indesiderata potrebbe sembrare inutile, rimarrai sorpreso da quanto puoi ridurre lo spam senza dover dedicare troppo tempo o energia allo sforzo, ecco come:

Allena i tuoi filtri antispam

Lo spam non è un problema imprevisto: la maggior parte dei moderni servizi e-mail e client sono dotati di strumenti di lotta allo spam integrati, anche se non sono sempre perfetti per tenere i messaggi indesiderati fuori dalla tua casella di posta principale. Puoi dare una mano a ridurre lo spam “addestrando” gli algoritmi di questi filtri , anche se contrassegni solo poche e-mail a settimana, può fare la differenza.

Devi contrassegnare i messaggi che non sono spam

E’ importante controllare la tua cartella spam di tanto in tanto per assicurarti che non manchi nulla di importante e per dare alle tue app di posta elettronica un po’ di assistenza nel capire cos’è spam e cosa non lo è.

Gmail

Se usi Gmail sul Web, fai clic sul pulsante Spam con un’e-mail indesiderata aperta sullo schermo (è il punto esclamativo se stai utilizzando icone anziché testo sui pulsanti). 

Mobile

Su un dispositivo mobile, il pulsante Segnala come spam si trova dietro l’icona a tre punti (in alto a destra). Se qualcosa si è insinuato nella tua cartella spam per errore, aprilo e puoi selezionare Segnala non spam (sul web e Android) o toccare i tre punti (in alto a destra) e scegliere Non spam (su iOS).

Windows

Se stai utilizzando l’app Mail predefinita su Windows, con un’e-mail aperta puoi fare clic sui tre punti (in alto a destra), quindi Contrassegna come spam per contrassegnare un messaggio non valido o Contrassegna come non spam per contrassegnare un messaggio autentico

Outlook

Su Outlook sul Web e sui dispositivi mobili, le opzioni sono le stesse e nello stesso posto, dietro i tre punti che appaiono nell’angolo quando si apre un messaggio.

Apple Mail

Per gli utenti di Apple Mail, su macOS c’è un’icona Sposta i messaggi selezionati nella posta indesiderata sulla barra degli strumenti (una croce all’interno di una casella), e puoi trovare la stessa opzione con un Cmd + fai clic su qualsiasi messaggio. Scorri nella cartella Posta indesiderata e l’icona si trasforma in Sposta i messaggi selezionati in Posta in arrivo , con l’opzione Cmd + clic anche . Su iOS, devi toccare l’icona della bandiera (in basso a sinistra), quindi Sposta nello spamSegna come non spam a seconda di come è stato ordinato il messaggio.

Non possiamo esaminare tutti i singoli client di posta elettronica esistenti ma gli strumenti di segnalazione di spam (e di segnalazione non spam) dovrebbero essere abbastanza facili da trovare indipendentemente dalla configurazione. Il punto è che, con un po’ di selezione, la tua applicazione di posta elettronica dovrebbe diventare sempre più efficace nel tenere lontani i messaggi indesiderati, quindi ridurre lo spam non è impossibile.

Proteggi il tuo indirizzo email

Se mantieni il tuo indirizzo e-mail ben protetto avrai meno probabilità di trovare la tua casella di posta invasa da materiale indesiderato. Se possibile, tieni il tuo indirizzo email principale lontano dal Web (utilizza un modulo Web se desideri essere contattato tramite il tuo sito Web) e pensa a impostare un secondo indirizzo email di riserva: non è troppo difficile farlo su Gmail o Outlook o Yahoo .

È più facile di quanto pensi anche impostare alias di posta elettronica all’interno dei tuoi account esistenti (gli alias sono indirizzi di posta elettronica alternativi che funzionano nella stessa posta in arrivo e con lo stesso account del tuo account principale). Puoi farlo su Gmail, Outlook e iCloud con pochi clic. Così potrai ricevere posta senza mostrare il tuo indirizzo email principale sul web.

Anzichè ridurre lo spam puoi dirottarlo in un indirizzo email “secondario”

Usa un secondo indirizzo email o un alias email quando ti registri per nuove app e siti così puoi filtrare i messaggi inviati a quell’indirizzo lontano dalla tua casella di posta principale. Se inizi a ricevere un’enorme quantità di spam a quell’indirizzo, puoi chiudere completamente l’alias o l’indirizzo secondario.

Allo stesso modo in cui pochi minuti di “addestramento” del filtro antispam possono fare la differenza più di quanto si possa pensare, così anche l’annullamento dell’iscrizione a pochi messaggi indesiderati può aiutare a ridurre lo spam, anche se, in questo caso stiamo parlando di legittime e-mail promozionali, può cambiare le cose in meglio.

Sia Gmail che Apple Mail (su dispositivo mobile) mostrano link per annullare l’iscrizione ai messaggi derivanti da mailing list. Può sembrare una goccia nell’oceano annullare l’iscrizione a poche mailing list a settimana, ma fa la differenza nella quantità di e-mail che ingombra la posta in arrivo.

Ci sono anche E-mail inviate solo per vedere se il tuo account è attivo e, si spera, dovrebbero essere catturate immediatamente dal tuo filtro antispam. È meglio eliminarle senza aprirle, dopo aver verificato dall’oggetto che si tratta di spam, perché altrimenti “avviserai” il mittente che il tuo indirizzo è in uso e che può mandare ancora più spam.

Usa un servizio extra per ridurre lo spam

Non c’è da vergognarsi nell’ammettere che hai bisogno di ulteriore aiuto per affrontare il flagello dello spam e se gli algoritmi integrati forniti da Google, Apple o chiunque gestisca la tua casella di posta non stanno facendo il loro lavoro, puoi cercare ulteriore supporto.

SaneBox, che parte da $ 7 al mese dopo una prova gratuita, non solo elimina lo spam, ma impara anche quali dei tuoi messaggi sono più importanti per te, il che significa meno tempo a controllare le email. Funziona a livello di server con qualsiasi client o servizio di posta elettronica.

Spamfighter (gratuito per uso personale su Windows) fa un lavoro efficace per impedire ai messaggi spam di raggiungere la tua casella di posta. Si collega a qualsiasi client di posta elettronica.

Utile anche l’app MailWasher (solo Windows), che può essere configurata per funzionare con qualsiasi client di posta elettronica: è gratuita se utilizzata con un singolo indirizzo di posta, anche se con una spesa di $ 40 ti offre supporto per più indirizzi e servizi extra come il supporto tecnico. Se ti trovi invaso dallo spam, potrebbe essere necessaria una soluzione dedicata come MailWasher.

Infine, SpamSieve costa $ 30 (dopo una prova gratuita) ed è solo per macOS, ma è altamente raccomandato e fa un ottimo lavoro per tenere i messaggi spam fuori dalla tua casella di posta. Funziona con qualsiasi client email che usi sul tuo Mac e ha molte opzioni di personalizzazione.

Conclusioni

Come sempre, fai attenzione quando ti registri ad uno di questi servizi, gli stai dando accesso alla tua casella di posta quindi, prima di attivarlo controlla attentamente le politiche sulla privacy e le recensioni degli altri utenti, non si sa mai, hai visto come gestisce la privacy Facebook?

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Non sei in prima pagina su google? Scopri perché e come risolvere

Leggi Prossimo

Mettere protezione schermo cellulare: Passi essenziali

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial