• 14 Giugno 2024

La ricerca vocale su internet ormai è molto diffusa [Ok Google?]

ricerca vocale

ricerca vocale con OK google

Condividi su:

La ricerca vocale su internet sta chiaramente crescendo in popolarità, e anche ad un ritmo molto rapido. In effetti, è probabile  che tra un paio d’anni sentiremo “Ok, Google” tutto intorno a noi ogni pochi minuti. Entro un anno, gli esperti ritengono che il 50% di tutte le ricerche saranno ricerche vocali.

Il numero di persone che usano gli assistenti vocali cresce di anno in anno, ad un ritmo molto rapido; ad esempio, 35,6 milioni di americani usano un dispositivo a comando vocale almeno una volta al mese, e uno su sei americani ora possiede uno smart assistant.

La ricerca vocale su internet in Italia

In Italia siamo ancora molto distanti da questi numeri, i dispositivi smart per la casa stanno prendendo piede anche da noi ma sono arrivati con diversi anni di ritardo rispetto agli USA dove Alexa e company sono già molto diffusi.

Avete notato in quanti film americani e serie tv troviamo già questi dispositivi in funzione?

Se è vero che il mondo dei motori di ricerca e della SEO è in continua evoluzione, l’aumento dell’utilizzo della ricerca vocale è uno dei più grandi cambiamenti. Questo perché è qualcosa di completamente diverso e richiede una strategia di ottimizzazione completamente diversa.

ricerca vocale nella seo
ricerca vocale nella seo

C’è un modo per cercare qualcosa su Google (con la tastiera) e un modo per chiedere qualcosa vocalmente. Bisogna rendersene conto, le domande che si fanno a voce sono “diverse”. Il nostro bisogno riguardo il contenuto della ricerca è lo stesso ma le IA devono essere preparate a rispondere a quelle domande con un linguaggio il più naturale possibile.

È anche importante notare che Google preferisce risposte brevi alle query di ricerca vocale su internet: il risultato tipico è in media di circa 29 parole.

Le ricerche vocali tendono ad essere più lunghe delle ricerche immesse tramite una tastiera. Pertanto, la tua SEO deve concentrarsi sulla ricerca e l’utilizzo di parole chiave (da sette a nove parole) che le persone sono in grado di utilizzare nelle conversazioni.

Queste parole chiave contengono spesso una domanda.

L’indicazione più significativa della crescita della ricerca vocale su internet nel 2020 è l’enorme aumento delle vendite di dispositivi di intelligenza artificiale.

I dispositivi per la ricerca vocale su internet

Dispositivi come Alexa di Amazon, Homepod di Apple e Home di Google, stanno vendendo molto bene. Sempre più case stanno diventando cablate con questi dispositivi.

Meno persone stanno spegnendo le luci di notte a mano; stanno chiamando Alexa per tali “incombenze”.

Mentre è possibile acquistare un dispositivo Alexa inizialmente perché si desidera regolare l’aria condizionata, alla fine si finirà per usarlo per cercare un’hotel per le vacanze.

Questa è l’evoluzione, ed è più che una minaccia, è una promessa.

Inoltre, le persone cercano aziende e servizi locali utilizzando dispositivi di ricerca vocale su internet ad una velocità sorprendente.

Proprio come con l’ottimizzazione mobile, l’ottimizzazione della ricerca vocale su internet richiederà più ricerca e implementazione da parte degli esperti di marketing.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Le 7 migliori app antifurto Android per proteggere il tuo telefono

Leggi Prossimo

5 classici errori che rallentano Windows sul tuo PC [Cosa fare]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial