• 31 Gennaio 2023

Lettori di impronte digitali in-display scadenti stanno rovinando i nuovi telefoni

lettori di impronte digitali
Condividi su:

I lettori di impronte digitali in-display – i sensori biometrici incorporati negli schermi di molti nuovi telefoni – sono scadenti. Devono essere eliminati da tutti i dispositivi futuri a meno che non migliorino significativamente e presto.

Ho imparato a vivere senza un jack per le cuffie dall’iPhone 7, ma è stato cambiare vita per usare le AirPods , un passo in avanti prima che chiunque altro potesse farlo. È stato davvero divertente utilizzare telefoni come Vivo Nex S e Oppo Find X , con le sue telecamere motorizzate e persino Xiaomi Mi Mix 3 , con il suo design scorrevole.

Ma non riesco a superare i sensori di impronte digitali in-display che vengono inclusi praticamente in ogni nuovo telefono Android.

Sono tutti terribili.

A differenza dei lettori di impronte digitali come Touch ID su iPhone 8 (e versioni precedenti), il sensore Pixel Imprint sul retro dei telefoni Google Pixel o il lettore sul retro del Galaxy S9 e Note 9, i lettori di impronte digitali in-display sono più lenti e meno reattivi.

Affinché un lettore di impronte digitali in-display sia considerato un aggiornamento, è necessario :

  • che lavori più velocemente (o meglio) di quello fisico che sostituisce.
  • che funzioni in modo affidabile o migliore del sensore che sostituisce.

Al momento di questo sproloquio, nessun lettore di impronte digitali in-display soddisfa entrambi questi due requisiti.

Va bene dare al produttore di telefoni cinesi Vivo un pass per il lettore di impronte digitali in-display di prima generazione all’interno dell’X20 Plus . Ma quel telefono era il primo del suo genere ad includere la nuova tecnologia biometrica.

È inaccettabile spendere $ 1.000 per un Samsung Galaxy S10 + solo per ottenere un lettore di impronte digitali che è inferiore a quello del precedente Galaxy S9.

Ho provato quasi tutti i sensori in-display: Galaxy S10, Huawei Mate 20 Pro, OnePlus 6T e persino quello sul nuovo Nokia 9 PureView , e nessuno di loro è all’altezza della pubblicità.

I compromessi sono inevitabili quando si tratta di nuove tecnologie, ma quando la nuova innovazione è un notevole passo indietro rispetto a quanto accaduto prima, dovremmo fermarci e chiedere alle grandi aziende tecnologiche perché ?

A che serve usare un lettore di impronte digitali in-display per sbloccare il telefono se ti dice costantemente di non riconoscere l’impronta digitale o di premere più forte sullo schermo?

Un altro problema con i lettori di impronte digitali in-display: molte protezioni dello schermo non funzionano bene con loro.

Poiché alcuni sensori, come quello di OnePlus 6T, richiedono la luce per illuminare le impronte digitali prima di catturarne l’immagine, i dispositivi di protezione dello schermo possono davvero interferire.

Lo stesso vale per i lettori di impronte digitali ad ultrasuoni come quello del Galaxy S10 e S10 +. Solo che invece di bloccare la luce, molti dispositivi di protezione dello schermo di terze parti possono bloccare le onde ultrasoniche emesse dai solchi del dito quando tocca il sensore. E l’ unico che sembra funzionare richiede 30 minuti. No grazie!

I normali lettori di impronte digitali non hanno problemi con i proteggi schermo perché non sono all’interno del display.

lettori di impronte digitali
lettori di impronte digitali on display

Ma se i sensori di impronte digitali in-display non sono ancora abbastanza buoni, i produttori di telefoni non dovrebbero investire più denaro nella ricerca e nello sviluppo per rendere i sistemi di riconoscimento facciale e di sblocco facciale più affidabili e sicuri? Dal momento che lo sblocco del viso è spesso propagandato come più conveniente, comunque?

Tu penseresti di si. Ma sembra che stia accadendo il contrario.

Considerando che il Galaxy S8 e S9 avevano entrambi gli scanner dell’iride, gli S10 no. Di conseguenza, la funzione di sblocco del volto di S10 è semplicissima: è comicamente facile da imbrogliare con una foto o un video stampato sul telefono. Lewis Hilsenteger di Unbox Therapy è stato in grado di aggirare lo sblocco col volto dell’ S10 con un video di YouTube di se stesso. Un’altra persona ha ingannato l’ S10 di suo fratello e non sono nemmeno gemelli.

Tipo, oh dannazione che succede!

La realtà è che non è possibile ottenere un display o uno schermo privo di intagli solo con un “buco” se si desidera un sistema di riconoscimento facciale sicuro come Face ID su iPhone X, XS e XR. A differenza del riconoscimento di sblocco basato su 2D su telefoni come S10, il Face ID basato su 3D sugli ultimi iPhone richiede molti sensori (ad es. Illuminatore flood, telecamera a infrarossi, dot projector, ecc.) alloggiati nella tacca. Alcuni telefoni come Oppo Find X aggirano questo problema nascondendo la fotocamera frontale e i suoi sensori all’interno di un meccanismo motorizzato, ma questo introduce dei problemi di durata nel tempo.

L’utilizzo di questi scadenti lettori in-display mi ha fatto capire una cosa molto ovvia: Apple aveva ragione ad insistere con Face ID invece di provare a mettere Touch ID sullo schermo.

Face ID non è perfetto in alcun modo – ad esempio, non funziona bene lateralmente a letto o del tutto se hai una sciarpa o una maschera che copre la bocca – ma quasi sempre funziona in modo rapido e affidabile. Lo stesso non si può dire per i sensori di impronte digitali in-display.

Allora perché vogliamo ancora questi lettori di impronte digitali in-display? Qualcuno li vuole davvero se sono così cattivi? In modo che possiamo ottenere telefoni più eleganti senza un sensore sul retro o sul lato? Telefoni più sottili? Sul serio? Se questo fosse vero, il Galaxy S10e e il suo lettore di impronte digitali montati lateralmente non esisterebbero.

Fino a quando questi sensori di impronte digitali in-display non miglioreranno in modo significativo, saranno una pessima macchia su telefoni altrimenti eccellenti.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Buon compleanno, Internet: il World Wide Web compie 30 anni

Leggi Prossimo

Microsoft porta le app Android su Windows 10 con la nuova versione beta di mirroring dello schermo

Un Commento

  • Hanno successo perché fa figo avere il lettore sul display. Del resto se pensi a quanto ha venduto iil samsung col display stondato sui bordi, una roba totalmente inutile e non funzionale ma…..bella! È un mondo dell’apparenza purtroppo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial