• 14 Giugno 2024

Autorizzazione fotocamera : E’ sicuro concederla a tutte le App?

Autorizzazione fotocamera
Condividi su:

Immagina questo: c’è un nuovo gioco di cui tutti parlano da settimane. Decidi di scaricare l’App per vedere se è divertente. Ma prima ancora di iniziare a giocare, questa ti chiede di concedere all’azienda che ha sviluppato l’App l’autorizzazione alla fotocamera del tuo dispositivo.

Il gioco in questione non sembra il tipo che richiede ai giocatori di scattare foto di se stessi come Snapchat o Instagram, quindi perché dovrebbe richiedere l’autorizzazione per accedere alla tua webcam?

Sembra strano che un’App di gioco richieda l’autorizzazione alla fotocamera, ma non è una pratica insolita nell’era digitale, dove i problemi di sicurezza informatica sono infiniti. Tuttavia, la finestra per l’autorizzazione alla fotocamera offre due scelte: fare clic su “Consentire” o “Non consentire”. Dal momento che la richiesta non aveva senso per te, la tua migliore opzione è quest’ultima.

Ecco perché non dovresti concedere l’autorizzazione alla fotocamera delle app

C’è una buona ragione per cui non dovresti mai concedere a ogni singola App che scarichi l’autorizzazione alla fotocamera.

Il COO di Verimatrix Asaf Ashkenazi ha dichiarato al Washington Post che consentire a un’app l’autorizzazione alla fotocamera significa rinunciare alla tua privacy per la società che l’ha creata.

Alcune aziende tecnologiche potrebbero essere abbastanza affidabili da proteggere i dati registrati dalle loro App dai criminali informatici, ma ci sono altre aziende che abusano delle autorizzazioni della fotocamera per accendere segretamente la tua fotocamera in qualsiasi momento e registrare tutto ciò che accade intorno a te, anche quando sei in bagno!

Una cosa è che un’App richieda l’autorizzazione alla fotocamera per motivi legittimi, come scattare una foto, scansionare un codice QR o, nel caso di Android, utilizzare la funzione Camera Switch per facilitare l’accessibilità, ma quando usa la tua fotocamera per registrare le tue attività anche quando non utilizzi la fotocamera in modo funzionale, questo diventa un serio problema di privacy.

Nel 2017, lo sviluppatore iOS Felix Krause ha condiviso un video su YouTube che dimostra come qualsiasi App che scarichi sul tuo iPhone può scattare foto di te mentre lo usi e condividerle immediatamente senza il tuo consenso. Da allora Apple ha risolto il problema con il lancio di iOS 14.

I sistemi di autorizzazione della fotocamera sono più raffinati

Samsung e Google hanno anche intensificato i loro protocolli di sicurezza mobile dopo aver trovato un bug in un’App poco appariscente che dirottava le App con autorizzazione per la fotocamera, a spiare gli utenti. Quell’App non aveva bisogno dell’autorizzazione della fotocamera per sé, aveva bisogno di autorizzazioni archiviate.

Così, Google ha implementato un sistema di autorizzazioni perfezionato a partire Android 6.0 Marshmallow, che concederebbe l’accesso alle fotocamere caso per caso. Ciò significa che le App che non hanno attività di accesso alle fotocamere dovrebbero chiedere il permesso per farlo.

Anche con tutti gli aggiornamenti software progettati per impedire alle App di abusare dell’autorizzazione alla fotocamera, ci sono ancora modi per proteggerti dalla compromissione dei tuoi dati.

  • Se stai usando un’App sul tuo PC, la cosa migliore è usare una cover per fotocamera o un post-it.
  • Se sei sul telefono, puoi semplicemente revocare le autorizzazioni della fotocamera nel momento in cui scarichi l’App.
Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Instagram per il web: 10 estensioni che ti saranno molto utili

Leggi Prossimo

L’energia eolica influisce sulla salute? come funziona?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial