• 31 Gennaio 2023

Casa stampata in 3D accoglie i primi occupanti

Casa stampata in 3D
Condividi su:

La prima casa stampata in 3D, interamente in cemento, ha accolto i primi inquilini in Olanda. La casa, situata nel quartiere Eindhoven di Bosrijk, è la prima delle cinque all’interno di “Project Milestone” e soddisfa pienamente tutti i severi requisiti di costruzione dei Paesi Bassi.

I partner del progetto hanno realizzato una casa stampata in 3D con un design originale grazie a un’ampia ricerca e sviluppo che ha ampliato la libertà di forma nella stampa del cemento. Project Milestone è un progetto congiunto di costruzione e innovazione della Eindhoven University of Technology, Van Wijnen, Saint-Gobain Weber Beamix, Vesteda, il Comune di Eindhoven e Witteveen + Bos.

La casa è indipendente a un piano con 94 metri quadrati di superficie netta, un ampio soggiorno e due camere da letto. La casa stampata in 3D ha la forma di un grande masso, che ben si adatta alla posizione naturale e dimostra la libertà di forma offerta dalla stampa 3D del cemento. Con un isolamento molto spesso e un collegamento alla rete di riscaldamento, la casa è confortevole ed efficiente dal punto di vista energetico, con un coefficiente di prestazione energetica di 0,25.

casa stampata in 3D e i primi inquilini, Elize Lutz e Harrie Dekkers
casa stampata in 3D e i primi inquilini

I primi inquilini della casa stampata in 3D in cemento

Qui sopra vediamo la casa stampata in 3D in cemento e i suoi primi inquilini, Elize Lutz e Harrie Dekkers.
La casa è composta da 24 elementi in calcestruzzo stampati che sono stati stampati nello stabilimento di Eindhoven. Gli elementi sono stati trasportati su camion al cantiere e posti su una fondazione. La casa è stata poi dotata di tetto e infissi e sono stati applicati gli ultimi ritocchi.

La forma insolita e organica della casa è stata resa possibile dai recenti progressi nella stampa 3D del cemento, consentendo al design di includere pareti inclinate. Con queste conoscenze, i futuri progetti di costruzione potrebbero assumere una varietà di forme, andando oltre le case rettangolari standard.

In linea di principio, le case stampate possono essere costruite molto più velocemente con maggiore flessibilità e design personalizzati. Inoltre, questo è più sostenibile, poiché meno calcestruzzo viene sprecato. L’ambizione dei partner del progetto Milestone è che la stampa 3D del calcestruzzo possa diventare un metodo di costruzione sostenibile che contribuisca a risolvere la carenza di alloggi.

24 elementi in calcestruzzo della casta stampata in 3D
24 elementi in calcestruzzo della casta stampata in 3D

Case in 3D del Project Milestone

Le cinque case di Project Milestone vengono costruite una dopo l’altra in modo che ogni nuovo ciclo di costruzione possa massimizzare le opportunità di apprendimento dal precedente. A breve, i partner del progetto inizieranno a lavorare alla progettazione delle prossime case. Queste avranno più piani e richiederanno quindi un ulteriore sviluppo della tecnica.

Il progetto prevedeva una collaborazione “Triple Helix” tra il governo, le istituzioni e l’industria. Il comune è stato un co-promotore e facilitatore del progetto.

Il team ha condotto ricerche e sviluppato modelli per consentire la stampa 3D del calcestruzzo. Saint-Gobain Weber Beamix ha sviluppato i tipi speciali di malta cementizia necessari per la stampa 3D. Insieme hanno lavorato per sviluppare la tecnologia di stampa.

Witteveen + Bos si è occupata dell’ingegneria edile e degli aspetti strutturali. La società di costruzioni Van Wijnen ha guidato il progetto e costruito la casa. La casa è ora di proprietà dell’investitore immobiliare residenziale Vesteda, che la affitta a privati.

Una casa in cemento attenta all’ambiente

Yasin Torunoglu, assessore all’edilizia abitativa e allo sviluppo del territorio nel comune di Eindhoven, ha affermato:

L’innovazione è un pilastro importante nella costruzione. Oltre alle case a prezzi accessibili, il mercato richiede sempre più concetti abitativi innovativi. Con la casa stampata in 3D, stiamo ora dando il via al progresso: La rapida realizzazione di case a prezzi accessibili con il controllo sulla forma della casa stessa.

L’innovazione e la scoperta con un occhio al design sono nel DNA di Eindhoven. Non lo facciamo da soli qui ma insieme. Sono orgoglioso che questa promettente innovazione abbia un posto nella nostra città e, cosa più importante, che offra alle persone una casa a prezzi accessibili.

Interni della casta stampata in 3D
Interni della casta stampata in 3D

Bas Huysmans, CEO, Saint Gobain Weber Benelux, ha dichiarato:

Con la stampa di elementi di pareti isolati e autoportanti curvati su tre piani, abbiamo compiuto passi importanti in questo progetto nell’ulteriore sviluppo della stampa 3D del calcestruzzo nelle costruzioni. Insieme a tutti i partner, abbiamo completato un processo impegnativo e realizzato una casa molto speciale.

Penso che presto saremo in grado di aggiungere con orgoglio le case Milestone all’elenco dei progetti iconici di Eindhoven.

Pieter Knauff, chief investment officer, Vesteda, ha dichiarato:

La libertà di forma della stampa 3D in cemento crea un nuovo e enorme ambito di possibilità nel design e nell’esperienza di una casa.

Allo stesso tempo, questa nuova tecnica contribuisce alla sostenibilità richiesta nel settore delle costruzioni, all’accelerazione della produzione edilizia e al controllo dei costi di costruzione, che è necessario per continuare a costruire case a prezzi accessibili.

In quanto prodotto principale della moderna industria delle costruzioni, il calcestruzzo rappresenta una sfida globale significativa in termini di materiale più sostenibile. A livello globale, ogni anno vengono utilizzate circa tre tonnellate di calcestruzzo a persona, una quantità che ha un impatto drammatico sull’ambiente.

Il futuro utilizzo del calcestruzzo

All’inizio di questo mese, i ricercatori hanno prodotto una forma più verde di calcestruzzo che sostituisce la sabbia con un materiale argilloso comune che può essere facilmente ottenuto come rifiuto dai lavori di scavo.

In Giappone, è stata sviluppata una procedura per il riciclaggio del calcestruzzo che combina il materiale da costruzione con il legno di scarto per formare un nuovo materiale con una resistenza alla flessione superiore a quella del calcestruzzo originale.

I ricercatori dell’Università di Tokyo hanno anche sviluppato un nuovo metodo per produrre calcestruzzo senza cemento . La loro tecnica offre all’industria delle costruzioni un mezzo per ridurre le proprie emissioni di carbonio, oltre a offrire il potenziale per costruire sulla Luna e su Marte.

La casa stampata in 3D in calcestruzzo, con la dovuta considerazione ambientale, potrebbe anche rivelarsi preziosa per i paesi in via di sviluppo, in quanto consente la rapida costruzione di case relativamente convenienti.

Nel 2018, Icon, una società con sede in Texas, ha svelato la propria casa in cemento stampata in 3D che ha proposto di spedire in El Salvador, in modo che le persone che vivono nelle baraccopoli possano avere una migliore qualità della vita. Si prevedeva che la versione finale della stampante 3D di Icon avrebbe avuto la capacità di stampare una casa a un piano di 55-75 metri quadrati in meno di 24 ore per meno di $ 4.000.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Quanto spendere per la SEO [Come calcolare il budget]

Leggi Prossimo

Troppe chiamate indesiderate su Android? Ecco come bloccarle [gratis]

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial