• 22 Luglio 2024

Il telefono più sicuro per la privacy

Il telefono più sicuro per la privacy
Condividi su:

Gli ultimi anni ci hanno mostrato quanto possano essere insicuri i nostri smartphone. Rappresentano un rischio se li smarriamo, poiché tutti i nostri dati riservati sono archiviati sul dispositivo, ma rappresentano anche un enorme rischio per la privacy. Abbiamo selezionato il telefono più sicuro per la privacy, anzi i 4 migliori in assoluto.

Google e Apple monitorano tutto ciò che fai sul tuo smartphone, quindi i produttori aggiungeranno il loro software invasivo al mix. La situazione può sembrare desolante per i cultori della privacy.

Fortunatamente, hai delle opzioni se stai cercando il telefono più sicuro per la privacy.

Scegliere il telefono più sicuro

Prima di approfondire i consigli, è importante notare le considerazioni uniche sulla scelta di un telefono per la privacy. L’esperienza dello smartphone si basa sulla raccolta e la personalizzazione dei dati.

Le app come Google Foto o Apple Maps e le opzioni di terze parti come Instagram e WhatsApp si basano sull’acquisizione delle tue informazioni personali. Tuttavia, sono anche parte integrante del modo in cui utilizziamo i nostri telefoni.

Scegliere uno smartphone incentrato sulla privacy significa perdere alcune di queste funzionalità e servizi. Naturalmente, potresti essere in grado di aggirare queste restrizioni basate sull’app. Tuttavia, questo vale anche per il sistema operativo nel suo insieme.

In generale, gli smartphone rispettosi della privacy sono meno intuitivi e più complicati grazie all’inclusione di alti livelli di crittografia, a un minor numero di piattaforme social e alla mancanza di personalizzazione.

Ciò non significa che siano inutilizzabili, però. Tuttavia, è necessario essere consapevoli delle differenze significative tra un normale iPhone o dispositivo Android e uno smartphone sicuro durante l’acquisto.

Purism Librem 5

Purism Librem 5: Il telefono più sicuro per la privacy
Purism Librem 5: Il telefono più sicuro per la privacy

La Purism, una società a scopo sociale, produce laptop e computer basati su Linux rispettosi della privacy dal 2014. Il Purism Librem 5 è il primo smartphone dell’azienda. Il dispositivo è stato lanciato nel 2017, con il primo lotto di telefoni spediti alla fine del 2019.

Il telefono esegue PureOS, il sistema operativo Linux incentrato sulla privacy di Purism. In quanto tale, il sistema operativo è open source e viene fornito con software gratuito e open source (FOSS) preinstallato. Di conseguenza, non è possibile accedere al Google Play Store o ad altri app store tradizionali. Il browser web predefinito, Pure Browser, è una versione modificata di Firefox con DuckDuckGo come motore di ricerca predefinito.

Fondamentalmente, il telefono ha anche tre kill switch basati su hardware che possono disabilitare completamente la fotocamera e il microfono, rimuovere l’alimentazione dagli adattatori Wi-Fi e Bluetooth e disattivare tutta la connettività di rete, incluso il GPS. Per quanto riguarda l’hardware rimanente, il Librem 5 ha una batteria rimovibile da 3.500 mAh, una fotocamera principale da 13 MP e 32 GB di memoria integrata, espandibile fino a 2 TB tramite microSD.

Purism si è impegnato in continui aggiornamenti per Librem 5. Ciò è in netto contrasto con Google e Apple, che in genere supportano un telefono solo per due o tre anni. Il telefono si ricarica tramite USB-C e supporta la connettività Bluetooth wireless. Fortunatamente è presente anche una connessione da 3,5 mm conosciuta come Courage Jack per chi preferisce ancora utilizzare l’ingresso tradizionale.

Sulla carta, il Librem 5 è un’opzione convincente come telefono più sicuro per la privacy. Il compromesso tra privacy e usabilità presenta limitazioni notevoli. Tuttavia, se il tuo obiettivo principale è migliorare la privacy dello smartphone, Librem 5 è comunque una buona opzione.

Fairphone 3

Fairphone 3: Il telefono più sicuro per la privacy
Fairphone 3: Il telefono più sicuro per la privacy

Il Fairphone 3 è uno smartphone etico, sostenibile, e riparabile basato su Android. La copertura del dispositivo è solitamente focalizzata sulla catena di fornitura e sulla riparabilità, entrambe considerazioni importanti. Tuttavia, Fairphone 3 è anche uno smartphone Android adatto a chi è attento alla privacy.

In linea con la sua posizione etica, Fairphone comprende anche che molte persone non desiderano un’esperienza Android basata su Google. Il telefono viene fornito con Fairphone OS, un’edizione personalizzata di Android 9, preinstallata. Per fortuna, c’è anche la possibilità di installare sistemi operativi alternativi.

Fairphone sviluppa un sistema operativo senza-google noto come Fairphone Open. Questo è stato inizialmente rilasciato insieme a Fairphone 2 ed è attualmente in fase di sviluppo iniziale per Fairphone 3. È possibile installare Fairphone Open su Fairphone 3, anche se il processo non è semplice.

Se preferisci optare per un’opzione facile da installare, puoi sbloccare il bootloader di Fairphone 3 e installare il tuo sistema operativo alternativo preferito. Poiché il dispositivo è stato lanciato nel 2019, lo sviluppo di terze parti è ancora in corso. Se hai bisogno di un’opzione più immediata e non ti dispiace usare hardware meno recente, c’è una comunità attiva che crea porte LineageOS e Ubuntu Touch per Fairphone 2.

Il Fairphone 3 è alimentato da un processore Snapdragon 632, ha 4 GB di RAM e 64 GB di memoria integrata. La batteria da 3.000 mAh è rimovibile e sostituibile e si ricarica tramite USB-C. Il telefono supporta Bluetooth 5, NFC e operazioni dual SIM. C’è una fotocamera principale da 12 MP e un obiettivo frontale da 8 MP.

Pine64 PinePhone

Pine64 PinePhone: Il telefono più sicuro per la privacy
Pine64 PinePhone: Il telefono più sicuro per la privacy

Il Pine64 PinePhone è un’alternativa basata su Linux al Purism Librem 5. Tuttavia, il PinePhone non è particolarmente adatto per una maggiore sicurezza e privacy. Invece, la sua forza deriva dal fatto che il telefono esegue un sistema operativo open source e si basa esclusivamente su software open source.

Il PinePhone è progettato per eseguire una varietà di sistemi operativi Linux. Sono disponibili varianti preconfigurate del telefono come PinePhone Community Edition: PostmarketOS disponibile per l’acquisto direttamente da Pine64. Tuttavia, una volta che hai il dispositivo fisico nelle tue mani, puoi installare uno qualsiasi dei 17 sistemi operativi attualmente supportati.

Il PinePhone utilizza il sistema su chip (SoC) quad-core Allwinner A64, ha 2 GB di RAM e 16 GB di spazio di archiviazione. È alimentato da una batteria rimovibile da 3.000 mAh, che può essere ricaricata tramite USB-C. C’è anche una fotocamera principale da 5 MP e una fotocamera selfie da 2 MP. Sono disponibili interruttori per la privacy per la connettività mobile, il Wi-Fi, il microfono, l’altoparlante e entrambe le fotocamere.

Il telefono è facilmente riparabile – i componenti sono comodamente accessibili con un semplice cacciavite – e avrà una durata di produzione di cinque anni, quindi dovrebbe essere supportato almeno fino al 2024. All’inizio del 2020, Pine64 ha annunciato PinePhone UBports Community Edition .

Apple iPhone 11

Caratteristiche iPhone 11 Pro e Pro Max
Apple iPhone 11: Il telefono più sicuro per la privacy

Gli smartphone che abbiamo elencato finora non sono opzioni tradizionali e molti di loro si rivolgono solo a un piccolo sottogruppo di utenti. Tuttavia, non tutti hanno il tempo o le risorse per investire in queste opzioni. Di conseguenza, vale la pena considerare anche un’opzione prontamente disponibile.

In una mossa che alcune persone potrebbero trovare controversa, la nostra scelta finale per il telefono più sicuro disponibile oggi è l’ Apple iPhone 11 . Anche se potresti chiederti se Apple è davvero un’azienda rispettosa della privacy, questi dispositivi sono considerati più privati ​​degli smartphone Android.

La ragione principale di ciò è la differenza nel modello di business tra Apple e Google. I dispositivi Apple sono, nel complesso, piuttosto costosi e tendono a incoraggiare l’utilizzo di prodotti dell’azienda. Quindi, una volta che hai un iPhone, prendi in considerazione l’acquisto di un MacBook, Apple Watch, AirPods e così via. In effetti, Apple è un’azienda di hardware.

D’altra parte, Google fornisce Android (principalmente) gratuitamente ai produttori che poi producono un’ampia varietà di smartphone. Recupera il suo investimento acquisendo i tuoi dati personali. Questi dati vengono utilizzati per targettizzare gli annunci che vedi nelle app che utilizzi, i siti web che visiti e ovunque tu abbia effettuato l’accesso a un account Google.

Tuttavia, questo non vuol dire che Apple sia perfetta per gli appassionati di privacy. L’azienda continua a raccogliere dati su di te e sulle tue abitudini, ma questi vengono utilizzati per personalizzare la tua esperienza con i prodotti Apple, piuttosto che creare un profilo pubblicitario. La maggior parte dei dati viene archiviata localmente sul tuo dispositivo anziché sincronizzata con il cloud.

L’iPhone 11 è l’ultimo smartphone di Apple e gestisce l’edizione più recente del suo sistema operativo mobile iOS. Il dispositivo è dotato di un display Retina da 6,1 pollici, è classificato IP68 per resistenza all’acqua e alla polvere e utilizza Face ID per l’autenticazione biometrica.

Il telefono più sicuro per la privacy

L’interesse pubblico per la privacy è cresciuto molto in questi anni, portando infine a una nuova ondata di prodotti che fanno particolare attenzione alla privacy. Anche se a volte ci sono dei compromessi, questo è inevitabile poiché le opzioni tradizionali si basano sulla raccolta dei dati per funzionare.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Google Maps diventa social dando a ciascun utente il proprio profilo

Leggi Prossimo

Gli occhiali Ray-Ban Facebook arriveranno nel 2021

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial