Come funziona Facebook [Gli algoritmi dei social media]

Come funziona Facebook
Condividi su:

Siamo arrivati all’ultimo articolo della serie sugli algoritmi dei social media, se non hai letto l’articolo introduttivo ti consiglio di dedicargli qualche minuto prima di continuare con “Come funziona Facebook”.

La più grande modifica recente all’algoritmo di Facebook è avvenuta nel gennaio 2018.

In un post su Facebook , Mark Zuckerberg ha annunciato:

Sto cambiando l’obiettivo che offro ai nostri team. Dal concentrarsi sull’aiutarti a trovare contenuti pertinenti, passano ad aiutarti ad avere interazioni sociali più significative.

Ha aggiunto:

I primi cambiamenti che vedrai saranno in News Feed, dove puoi aspettarti di vedere di più dai tuoi amici, familiari e gruppi. Man mano che lo implementiamo, vedrai meno contenuti pubblici come post di aziende, marchi e media.
E i contenuti pubblici che vedrai di più saranno mantenuti sullo stesso standard: dovrebbero incoraggiare interazioni significative tra le persone.

Lo stesso giorno, Adam Mosseri, che allora era a capo di News Feed, scrisse anche un post su Facebbok che diceva:

Oggi utilizziamo segnali come quante persone reagiscono, commentano o condividono post per determinare quanto in alto vengono visualizzati nel feed delle notizie.
Con questo aggiornamento, daremo anche la priorità ai post che stimolano conversazioni e interazioni significative tra le persone. Per fare ciò, prevederemo su quali post potresti voler interagire con i tuoi amici e mostreremo questi post più in alto nel feed.
Questi sono post che ispirano discussioni avanti e indietro nei commenti e nei post a cui potresti voler replicare, che si tratti di un post di un amico in cerca di consigli, di un amico che chiede consigli per un viaggio o di un articolo di notizie o video che ha suscitato molte discussioni.

Ha aggiunto:

Poiché lo spazio nel feed di notizie è limitato, mostrare più post di amici e familiari e aggiornamenti che stimolano la conversazione significa che mostreremo meno contenuti pubblici, inclusi video e altri post di editori o aziende.

Come funziona Facebook: cos’è cambiato nell’algoritmo?

Non sorprende che gli influencer abbiano ricevuto un promemoria e stiano migrando verso altre piattaforme…

Sono in pochi ormai a credere che Facebook rappresenti un’opportunità significativa per guadagnare.

Ironia della sorte, non è chiaro se i marketer abbiano ricevuto il promemoria.

Troppi stanno ancora sfornando post e video di Facebook nonostante il fatto che poche persone stiano reagendo, commentando o condividendo.

I marketer dovrebbero smettere di tenere traccia dei Mi piace e dei follower delle pagine Facebook perché “sei fortunato se lo 0,0035% dei tuoi fan e follower vede il tuo post.”

Cosa fare con l’algoritmo di Facebook?

SI può fare ben poco tranne prendere atto che è cambiato e parecchio.

Queste che abbiamo elencato sono solo alcune delle intuizioni strategiche che i professionisti del marketing possono scoprire osservando come funzionano gli algoritmi dei social media dal punto di vista di un influencer.

Se sei un marketer, ti suggerisco di spostare la maggior parte delle persone e del budget che hai dedicato alla creazione di contenuti brandizzati su Facebook , nell’influencer marketing su Instagram e YouTube.

Per quanto riguarda TikTok e Twitter, attendi fino a quando si capirà come proseguiranno le politiche commerciali USA.

Leggi anche: Facebook assume giornalisti

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Trasferire i contatti da iPhone a Android [in 4 modi]

Leggi Prossimo

Canticchia o fischia e Google indovina la canzone

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial