• 23 Febbraio 2024

Qual è il pubblico di destinazione? [Per una campagna marketing]

il pubblico di destinazione
Condividi su:

Spesso non si fa attenzione al target di una campagna marketing e il pubblico di destinazione non è quello adeguato al messaggio pubblicitario.

  • Quanto conosci il pubblico di destinazione del tuo marchio?
  • Oppure, quanto bene pensi di conoscere il tuo pubblico di destinazione?

Troviamo che molti brand manager in Italia presumono di conoscere davvero molto bene il proprio pubblico. Potrebbero persino avere un’immagine molto chiara nella loro testa del tipo di individuo che stanno cercando di raggiungere con tutte le loro strategie di marketing.

Ciò che spesso accade, tuttavia, è che questa immagine nelle loro teste non è sempre completamente corretta. Quando si tratta di indirizzare il proprio pubblico in Italia e motivarlo a effettuare un acquisto, è necessario assicurarsi che la propria comprensione di questo gruppo sia efficace. Eventuali lievi differenze tra ciò che è nella tua testa e il tuo pubblico potrebbero far sì che alcuni dei tuoi lavori mirati non funzionino a dovere.

Se sai di avere questo problema nella tua attività attualmente, ecco i passaggi da compiere per comprendere meglio il tuo pubblico di destinazione. Se li segui, saprai come scoprire il tuo target e iniziare a mettere a punto la giusta strategia in tutte le tue campagne.

Pensa al tuo pubblico di destinazione.

La prima cosa che dovresti fare è sederti e fare un brainstorming su ciò che già sai sul tuo pubblico di destinazione. Pensa alle caratteristiche che condivideranno tutte le persone che hanno maggiori probabilità di acquistare i tuoi prodotti/servizi.

  • Sono nella stessa fascia d’età?
  • Qual è il loro titolo di lavoro;
  • Che tipo di stipendio guadagnano?

Dovresti anche considerare le sfide, i bisogni e le obiezioni comuni che questo gruppo di persone potrebbe incontrare nella vita.

Un ottimo consiglio è dare un’occhiata al pubblico a cui si rivolgono i tuoi concorrenti . Come si differenzia quel gruppo dal tuo?

Esamina le informazioni basate sui dati utilizzando gli strumenti giusti per comprendere l’intera canalizzazione e come puoi sfruttare questi dati per incorporare il tuo USP (Unique Selling Proposition) per il retarget.

Approfitta del monitoraggio del marchio

Usa un brand tracker per ottenere dati misurabili e utilizzabili sul tuo pubblico . Questi dati possono darti intuizioni varie ma specifiche. Ad esempio, il monitoraggio della consapevolezza del marchio dirà se il tuo pubblico target ideale sa davvero di te. Oltre a ciò, il monitoraggio della considerazione del marchio mostrerà se considerano l’utilizzo del tuo marchio. Puoi anche tenere traccia di questi dati per i tuoi concorrenti e confrontare il modo in cui il tuo marchio “se la cava.”

Inoltre, potresti persino scoprire che questo non è in realtà il miglior pubblico a cui rivolgerti. Scavando in profondità in tutti questi dati di monitoraggio del marchio, potresti vedere apparire nuovi segmenti di pubblico che non avevi mai considerato in precedenza. Assicurati solo di scegliere un tracker del marchio che si rivolge a un pubblico di nicchia.

Sviluppa una “persona” che identifica il tuo pubblico di destinazione.

Ora vale la pena creare una “persona” che rappresenti il ​​membro per eccellenza del tuo pubblico di destinazione.

Ad esempio, se ti rivolgi alla generazione millennial, vai oltre un’idea generica di millennial e pensa più da vicino a chi stai vendendo. Se scopri che le donne millennial che vivono in aree urbane e lavorano nel settore tecnologico acquistano il tuo prodotto più di chiunque altro, le loro caratteristiche e peculiarità dovrebbero essere anche quelle del tuo pubblico.

Una volta che hai creato una “persona”, è importante che informi tutti i membri del tuo team. Per mantenere tutti sulla stessa strada con tutto il loro lavoro strategico, dovete tutti mirare alla stessa “persona”.

Inizia il targeting

Ora che sai a chi stai mirando, è ora di iniziare a provare a raggiungere questo target. Per arrivare al tuo pubblico, concentra i tuoi sforzi sui canali che utilizzano più spesso.

Se sai che il tuo pubblico di destinazione trascorre molto del suo tempo online utilizzando Twitter, allora vale la pena avviare una campagna su quella piattaforma di social media. Tuttavia, se ti rivolgi a un pubblico più anziano che potrebbe preferire trascorrere le serate davanti alla TV piuttosto che twittare, pensa ad alcuni spot televisivi.

La ricerca dei canali utilizzati dal tuo pubblico è fondamentale per ottimizzare la tua strategia di marketing.

Ma in che modo l’esecuzione di campagne di marketing aiuta a trovare il tuo pubblico di destinazione? Bene, come puoi essere sicuro che siano il pubblico giusto se non verifichi se funzionano per davvero?

Continua a monitorare

Quindi cerchi bene il tuo pubblico di destinazione e poi inizi a “colpirlo” utilizzando metodi e canali adeguati. Lavoro fatto, vero? Non proprio.

Certo, hai fatto tutto ciò che serve affinchè il giusto tipo di consumatori veda il marketing del tuo marchio. Ma come fai a sapere se hai fatto le scelte giuste una volta che le tue pubblicità e promozioni sono in circolazione?

Come fai a sapere che stai aiutando le tue vendite?

Tieni d’occhio la palla e controlla come stanno andando i tuoi sforzi di marketing. Puoi farlo monitorando le linee guida e le campagne del tuo marchio per assicurarti che stiano andando a segno.

Vale anche la pena notare che il pubblico di destinazione può cambiare e mutare col tempo, quindi monitorarlo è un compito continuo per ogni brand manager. Finché rendi il monitoraggio un’abitudine, non c’è il rischio di trovarti indietro rispetto alla concorrenza.

Quei passaggi non sembrano troppo difficili, giusto?

Se li segui, dovresti scoprire cose nuove sul tuo pubblico di destinazione che potresti non aver mai realizzato. E queste “pepite di saggezza” (scherzo) potrebbero aiutarti a perfezionare le tue campagne di marketing come mai prima d’ora.

Non solo, ma ora puoi portare a termine tutte le tue campagne con sicurezza, poiché il tuo pubblico di destinazione dovrebbe essere ancora più facile da raggiungere.

Cos’è il pubblico di destinazione?

E’ quel pubblico che maggiormente risponde al tuo messaggio pubblicitario.

Come trovare il pubblico di destinazione?

E’ necessario sperimentare, fare dei test e pensare fuori dagli schemi, in questa guida trovate molti spunti.

Come agire quando si ha un pubblico di destinazione?

Bisogna cucire il messaggio adatto e non disperdere gli investimenti.

Come controllare se il pubblico di destinazione è quello corretto?

Serve un’attività di monitoraggio costante.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Tag URL canonico o reindirizzamento 301?

Leggi Prossimo

Quando utilizzare Nofollow sui link e quando non farlo

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial