• 23 Febbraio 2024

Ottimizza il sito per l’indicizzazione Mobile First di Google

Ottimizza per l'indice Mobile-First di Google

Ottimizza per l’indice Mobile-First di Google

Condividi su:

Anche se l’indicizzazione Google Mobile first non è ancora visibile per tutti, si sta diffondendo mentre parliamo. Quindi, se ancora non ti sei posto il problema, è comunque il momento di prepararsi.

Nell’ultimo anno, milioni di persone hanno ricevuto messaggi di “Mobile-first indexing enabled”.

Il che significa: Google ora considera la versione mobile del tuo sito la versione “principale“. E questo è il caso anche se qualcuno naviga da un desktop.

Questa mossa ha un senso. Oggi il 60% delle ricerche di Google proviene da un dispositivo mobile. E le ricerche su dispositivi mobili stanno crescendo rapidamente.

Come ottimizzare per il Mobile First di Google: 3 semplici passaggi

Vediamo cosa puoi fare per adeguare il tuo sito web a questa novità che gradualmente diventerà la norma.

1 Rendi coerente il tuo contenuto su desktop e dispositivi mobili

Sai quanto a volte le persone nascondono i contenuti nella versione mobile della loro pagina?

Bene, questo è un GRANDE problema con l’indicizzazione Mobile first.

Questo perché Google considera la versione mobile della tua pagina la versione “principale”.

Google : modello di ricerca Mobile-First
Google : modello di ricerca Mobile-First

Il che significa che il contenuto nascosto è ignorato al 100% da Big G.

Sì, anche se Google ha detto che le schede, le fisarmoniche e altre funzionalità che nascondono i contenuti sui dispositivi mobili è OK …

… uno studio recente ha rivelato che “il contenuto nascosto sembra essere svalutato nell’indice mobile-first”:

il contenuto nascosto è svalutato da Google
il contenuto nascosto è svalutato da Google

Ad esempio, quando visiti questo post sul blog VSX da smartphone, ottieni lo stesso contenuto di alta qualità che ottengono gli utenti desktop 🙂

Come puoi vedere, non c’è nulla nascosto dietro pulsanti, menu o sezioni espandibili.

2 Sposta da m. al design responsive

Hai una versione “M.” per cellulari del tuo sito? Google consiglia di passare al design responsive, utilizzando lo stesso dominio del sito desktop.

Anche io.

3 Assicurati che il tuo sito funzioni perfettamente sul cellulare

Vedo molti siti che tecnicamente funzionano su un telefono o un tablet. Ma sono un enorme problema da utilizzare (o caricano ad una velocità di pagina mobile super lenta).

Come ho detto in un precedente articolo, RankBrain misura da vicino il modo in cui gli utenti di Google interagiscono con il tuo sito.

E se gli utenti hanno difficoltà a utilizzare il tuo sito con il loro telefono, cliccheranno il pulsante “indietro” senza pensarci due volte.

Come fai a sapere se il tuo sito è adatto ai dispositivi mobili?

Raccomando di verificare lo strumento di test Mobile-Friendly di Google. Inserisci semplicemente un URL e lo strumento ti informerà se il tuo sito è ottimizzato per i dispositivi mobili:

verifica ottimizzazione mobile di Google
verifica ottimizzazione mobile di Google

Se non dovesse essere ottimizzata, Google ti darà anche dei consigli utili a risolvere eventuali problemi di ottimizzazione mobile.

Puoi anche consultare il rapporto Usabilità su dispositivi mobili in Google Search Console :

google search console - usabilità con dispositivi mobili
google search console – usabilità con dispositivi mobili

Ti consente di sapere quali eventuali pagine del tuo sito non sono ottimizzate per i dispositivi mobili … e come risolvere i problemi.

Leggi anche: Google maps diventa social

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Uno scienziato propone la vita su Marte, ma sotto la superficie

Leggi Prossimo

TikTok è il social media di riferimento di un’intera generazione!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial