• 22 Aprile 2024

9 inventori che sono stati uccisi dalle loro stesse invenzioni

inventori
Condividi su:

Inventare può essere un’attività pericolosa, come dimostrano questi pionieri. Quando la maggior parte di noi pensa agli inventori, probabilmente pensiamo a persone come i fratelli Wright, Alexander Graham Bell o Thomas Edison, persone che hanno cambiato il mondo creando qualcosa di nuovo e vissuto per raccontare la storia. Ciò di cui si parla meno frequentemente sono le persone che non sono così fortunate: le persone che hanno provato a creare macchine futuristiche e, nel frattempo, sono finite per diventare vittime di quelle macchine.

Ecco uno sguardo ad alcuni degli esempi più macabri.

Franz Reichelt

Franz Reichelt – Foto Wikimedia Commons

“The Flying Tailor” o più semplicemente Franz Reichelt , era un sarto di origine austriaca che viveva in Francia all’inizio del 1900 , ed è considerato il pioniere di una tuta da paracadute completamente indossabile che assomigliava meno a un paracadute e più a… un lenzuolo sorretto da fili. Voglio dire, guarda questa cosa . Non è proprio un dispositivo che urla “robusto”, ma ciò non ha impedito a Reichelt di testarlo in un salto inaugurale dalla Torre Eiffel all’inizio di febbraio del 1912.

In effetti, era così sicuro di quel salto che ha effettivamente chiamato la stampa locale per filmare la sua invenzione in azione. Inutile dire che non è andata come previsto: Reichelt è precipitato dalla torre e si è rotto il cranio, la spina dorsale e alcune altre ossa importanti quando ha colpito il suolo, morendo quasi all’istante. L’intero evento è stato filmato e, se non sei debole di cuore, puoi vedere l’intera debacle qui .

William Bullock

William Bullock – Foto Wikimedia Commons

Il secondo della lista è William Bullock, un inventore americano vissuto a metà del XIX secolo, ampiamente accreditato come uno dei primi “genitori” della moderna macchina da stampa. Nel 1863, Bullock creò un nuovo tipo di macchina da stampa che ridusse sostanzialmente il tempo e la manodopera utilizzati nella macchina da stampa rotativa ampiamente utilizzata che era stata lanciata al pubblico circa 20 anni prima.

L’unico problema con questa macchina, come nel caso di quasi tutte le macchine create a quei tempi, era che non era ciò che chiameresti “sicuro”. Bullock vide quanto fosse pericolosa la sua nuova invenzione il 3 aprile 1867, quando la sua gamba fu risucchiata in una delle presse mentre veniva installata per un giornale locale a Filadelfia. La sua gamba è stata schiacciata ed è andata in cancrena in una settimana. Appena nove giorni dopo quell’incidente, Bullock morì durante un’operazione per amputare il suo arto schiacciato.

Valerian Abakovsky

Valerian Abakovsky – Foto Wikimedia Commons

Nel 1917, l’ingegnere sovietico Valerian Abakovsky ebbe l’idea di piazzare le parti migliori di un (primo) aereo sulle parti migliori di un (primo) vagone e utilizzare il dispositivo risultante per trasportare funzionari sovietici in giro per la Russia. Il risultato fu l’Aerowagon, nella foto sopra, che è durato a malapena quattro anni prima di essere accantonato per sempre.

Il 24 luglio 1921, Abakovsky stava conducendo un viaggio da Mosca con una manciata di delegati internazionali quando il veicolo è deragliato improvvisamente, uccidendo sette delle 22 persone a bordo. Abakovsky era tra i morti.

Max Valier

Max Valier – Foto Wikimedia Commons

Fra gli inventori del secolo scorso l’austriaco Max Valier è uno dei nomi a cui è stato attribuita l’invenzione dell’Opel RAK, il primo aereo a razzo al mondo . Sebbene questi veicoli non fossero utilizzati per i tipi di missioni intergalattiche che normalmente assoceresti ai veicoli a propulsione a razzo dei giorni nostri , hanno comunque un’aria piuttosto seria. Il primo aereo Opel RAK (visto nella foto qui) è stato in grado di volare a 47 miglia orarie durante il suo volo inaugurale nel marzo del 1928.

Circa due anni dopo questo primo volo, Valier era passato alla sperimentazione del carburante liquido per propulsione, che finì per essere… non la scelta migliore: alla fine morì il 7 maggio 1930 quando il carburante a base alcolica in uno dei suoi razzi si accese sul banco di prova, esplodendo e portando con sé Valier.

Thomas Midgley Jr.

Thomas Midgley Jr. – Foto : David McNew ( Getty Images )

Il signor Thomas Midgley Jr. era un ingegnere meccanico della Pennsylvania, noto soprattutto come colui che sviluppò il ” piombo ” utilizzato nella benzina (con piombo).

È stato definito “l’ inventore più dannoso della storia” un capostipite dell’odierno paesaggio infernale modificato dal clima . La benzina con piombo sarebbe stata un pericolo per la salute pubblica fino a quando non fosse stato formalmente vietato l’uso su strada del metallo velenoso nel 1996. Ma la benzina non era ciò che ha ucciso il vecchio Midge.

Invece, secondo un necrologio del Time Magazine del 13 novembre 1944, Midgely finì per strangolarsi accidentalmente su un’imbracatura che aveva ideato per alzarsi dal letto dopo aver contratto la poliomielite anni prima.

Henry Smolinski

Henry Smolinski – Foto Wikimedia Commons

Tutti i tentativi falliti di macchine volanti non hanno impedito all’inventore dell’Ohio Henry Smolinski di inventare il proprio tentativo di un ibrido a metà tra auto e aereo nei primi anni ’70 . L’AVE Mizar, come veniva chiamato, è stato praticamente costruito rompendo i timoni e le ali di un aereo Cessna sul retro di una Ford Pinto, generando il prototipo visibile nella foto sopra.

Si scoprì che la cosa aveva funzionato maluccio e l’11 settembre 1973, durante un volo di prova a Camarillo, in California, uno dei montanti alari si staccò dal corpo della Pinto mentre la macchina era a metà volo. Inutile dire che l’auto precipitò al suolo e la Pinto (insieme a Smolinski, che in quel momento era ai comandi) non è sopravvissuta al viaggio.

Marie Curie

Marie Curie – Foto : Archivio Hulton ( Getty Images )

Naturalmente, questa lista non sarebbe completa senza Marie Curie. Il noto chimico e inventore scoprì il radio e il polonio insieme a suo marito Pierre alla fine del 1800, ma trasformò per sempre anche la medicina “da combattimento” quando creò la prima macchina radiologica mobile . Simile alle macchine a raggi X che spuntavano negli ospedali delle principali città, i dispositivi delle dimensioni di un’auto di Curie potevano essere utilizzati dai chirurghi dell’esercito sul campo di battaglia per visualizzare rapidamente eventuali proiettili o schegge intrappolati all’interno dei loro pazienti.

Mentre il suo dispositivo potrebbe aver salvato innumerevoli persone sul campo di battaglia, alla fine potrebbe aver finito per ucciderla: la sua eccessiva esposizione ai raggi X è ampiamente accettata come una delle cause principali dietro il caso di anemia aplastica che ha sviluppato la scienziata e che finì per ucciderla il 4 giugno 1934.

Alexander Bogdanov

Alexander Bogdanov – Foto Wikimedia Commons

Il medico russo Alexander Bogdanov fu ampiamente acclamato come uno dei pionieri delle trasfusioni di sangue precoci.

È anche noto per aver provato alcuni di quegli esperimenti di trasfusione di sangue su se stesso: a partire dal 1924, aveva iniziato a scambiare il suo sangue con alcuni dei suoi pazienti. Quattro anni dopo, il 7 aprile 1928, completò il suo ultimo esperimento, quando tentò di scambiare il proprio sangue con quello di uno studente di medicina affetto da malaria e tubercolosi. Lo studente ha finito per riprendersi completamente dalla procedura, ma Bogdanov è morto subito dopo.

John Day

John Day – Foto : Topical Press Agency/Hulton Archive ( Getty Images )

Ultimo ma non meno importante fra gli inventori degli ultimi secoli di storia è John Day, un falegname inglese che ha l’onore di essere considerato il primo incidente sottomarino mai registrato .

Nel 1774, Day creò una “camera da immersione” in legno (soprannominata “la Maria” ) che doveva rimanere sott’acqua a una profondità di circa 40 metri per 12 ore prima che avesse bisogno di prendere aria. Invece, il 22 giugno di quell’anno, dopo aver chiuso a chiave la Maria e caricata di pesi per la sua prima discesa, la nave fece quello che ti aspetteresti da una nave troppo carica: affondò completamente, con Day intrappolato all’interno.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

Ricordare le password con 5 estensioni Chrome

Leggi Prossimo

Account Facebook hackerato? Come puoi scoprirlo?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial