• 31 Gennaio 2023

Come vengono prodotti i diamanti coltivati ​​in laboratorio?

diamanti coltivati ​​in laboratorio
Condividi su:

I diamanti possono essere i “migliori amici di una ragazza”, ma come sono fatte questi i diamanti coltivati ​​in laboratorio?

I diamanti coltivati ​​in laboratorio hanno la stessa struttura del carbonio di quelli naturali. Ma mentre il primo viene prodotto in milioni di anni, il tipo sintetico si forma in giorni o settimane.

Generalmente vengono coltivate utilizzando un metodo ad alta pressione e alta temperatura (HPHT). Gli scienziati della General Electric hanno progettato il primo metodo HPHT nel 1954 per imitare la crescita dei diamanti in profondità sotto la superficie terrestre. HPHT è il processo più economico per la coltivazione diamanti coltivati ​​in laboratorio di grandi dimensioni.

Si inizia con la semina

Si inizia con la semina

Il processo HPHT per i diamanti coltivati ​​in laboratorio inizia con un minuscolo frammento di diamante, noto come cristallo seme. Questo viene posto in una cella all’interno di una pressa, insieme a un catalizzatore metallico, come nichel o ferro. Un blocco di carbonio puro, come la grafite, si trova sopra.

Si applica la pressione

Si applica la pressione

La pressa riscalda la cella a una temperatura estremamente elevata, fino a 1.600°C. Quindi utilizza incudini di metallo per applicare una pressione intensa. La pressione e la temperatura devono essere sufficientemente elevate da fondere il catalizzatore metallico.

Gli atomi si accumulano

Gli atomi si accumulano

Il metallo fuso trasporta atomi di carbonio dalla grafite al cristallo del seme. Gli atomi di carbonio si accumulano lentamente attorno al cristallo per dare le strutture a più lati che conosciamo così bene. Il tasso di crescita deve essere controllato per ridurre il rischio di problemi.

Si taglia e si lucida il diamante ottenuto

Si taglia e si lucida il diamante ottenuto

Dopo che il diamante si è raffreddato, è pronto per essere tagliato e lucidato, proprio come i migliori esemplari in natura. Può quindi essere classificato per taglio, colore, caratura e purezza. I catalizzatori possono dare ai diamanti un tocco di colore, a seconda del tipo di metallo.

Condividi su:

valerio sanna

Vsx Blog : il mio punto di vista sul mondo del web, dell'innovazione e della scienza.

Leggi Precedente

La Cina dichiara illegale il mining e il trading di criptovalute

Leggi Prossimo

Dove sono fatti gli iPhone? Dove vengono realizzati davvero?

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial